Mouratoglou: "Ho parlato con S.Williams prima di accettare la proposta della Halep"



by   |  LETTURE 5109

Mouratoglou: "Ho parlato con S.Williams prima di accettare la proposta della Halep"

Adesso è uffciale: Patrick Mouratoglou e Simona Halep inizieranno a collaborare a tempo pieno dalla prossima settimana. L’annuncio dell’allenatore francese ha aperto nuovamente il dibattito sul futuro di Serena Williams.

La campionessa americana ha giocato la sua ultima partita a Wimbledon lo scorso anno, quando fu costretta a ritirarsi sul 3-3 contro Aliaksandra Sasnovich a causa di un infortunio alla gamba destra. “Ho apprezzato l'attenzione positiva da parte della stampa, visto che ero abituata a tutt’altre attenzioni.

Ho una bella figlia a casa, ma voglio ancora vincere titoli e ottenere successo, ma non è più la ragione per cui mi sveglio la mattina. Ho imparato a riprendermi dopo una sconfitta, a difendere a tutti i costi ciò che conta e ciò che è giusto” , ha spiegato la Williams in un'intervista alla rivista Elle.

“Quando ho scoperto di essere incinta due giorni prima degli Australian Open 2017, il mio corpo era già cambiato” .

Mouratoglou: "Ho parlato con Serena Williams e... "

Serena Williams e Patrick Mouratoglou hanno dato vita a un sodalizio vincente che ha completamente caratterizzato il Tour WTA negli ultimi anni.

Il francese aveva però bisogno di un lavoro a tempo pieno e di un calendario certo. “Cahill mi ha detto che Simona cercava uno sparring partner che potesse aiutarla sia tecnicamente che tatticamente. Ho fatto il nome di Arnaud Restifo, membro della mia Academy, e Simona ha iniziato ad allenarsi nelle nostre strutture dopo il torneo di Dubai.

Abbiamo lavorato insieme per qualche giorno e poi mi ha chiesto di diventare il suo allenatore. Le ho detto che dovevo parlare prima con Serena, quindi mi sono recato negli Stati Uniti. Serena mi ha detto che non avrebbe avuto bisogno di me nel breve periodo e quindi sono tornato ad allenare Simona” , ha rivelato Mouratoglou a Tennis Majors.

"Simon è una grande campionessa e ha già avuto grandi successi, ma sento che ha ancora margini di miglioramento e, soprattutto, fame di gloria. Non c'è motivo di pensare che non possa tornare al primo posto del ranking e vincere altri tornei del Grande Slam" .