Leylah Fernandez racconta come la sua vita è cambiata dopo gli Us Open



by   |  LETTURE 2771

Leylah Fernandez racconta come la sua vita è cambiata dopo gli Us Open

Leylah Fernandez è tornata al successo lo scorso mese a Monterrey, ottenendo un trionfo importante per confermarsi una tennista di livello. Dopo i due Wta 1000 negli Stati Uniti, a Indian Wells e a Miami, la canadese sarà di scena a Charleston, con l'obiettivo di conquistare un risultato positivo per scalare il ranking mondiale.

Il racconto della giocatrice

Durante il Media Day ha affrontato l'argomento del torneo vinto in Messico: "È stata una settimana molto divertente, un buon inizio di stagione. In questo momento ho solo bisogno di continuare a migliorare, continuare a salire di livello e godermi il mio tempo in campo quando gioco a tennis" ha commentato.

Poi si è aperta e ha parlato di lei: "Emotivamente il tennis è molto difficile perché sei da solo. Sai che sarà molto difficile a volte combattere le tue emozioni in punti importanti, quindi cerchiamo sempre di migliorare e perfezionare le nostre routine in modo che quando arrivano quei momenti, il tuo stato mentale non entri in uno stato di disperazione.

Cerco di essere positiva, mi aspetto che le cose vadano bene, pianificando ed eseguendo il mio piano partita" ha aggiunto. Un passaggio sulla sua famiglia: "Mi ha aiutato a essere forte nei momenti difficili. Mi hanno insegnato a riprendermi dopo aver commesso un errore o perso una partita importante.

A volte tendo a deprimermi troppo rapidamente, quindi l'intenzione è di riprendermi il prima possibile da quell'urto" ha sottolineato. Ora per lei l'inizio della stagione su terra rossa: "Sul cemento va tutto più veloce, mentre su terra battuta i palloni tornano sempre una volta in più.

Ecco perché devo essere pronta a fare un paio di tiri in più, disegnare qualche vincente in più per ottenere il punto. Ci siamo allenati un paio d'ore al giorno sulla terra battuta per abituarci a questa sfida” ha chiarito.

La giovanissima atleta vanta già una finale in un Grande Slam, nel 2021 agli Us Open: "Riconosco che dopo New York la mia vita è un po' cambiata, ma ho ancora una grande squadra intorno a me in grado di gestire tutta quella parte commerciale legata a questo business. Grazie a loro ho potuto concentrarmi al 100% sulla mia professione, il tennis" ha concluso.