Le parole di un super Carlos Alcaraz dopo la vittoria contro Stefanos Tsitsipas



by GIANLUCA RUFFINO

Le parole di un super Carlos Alcaraz dopo la vittoria contro Stefanos Tsitsipas

Le vittorie di Carlos Alcaraz non sono ormai più una sorpresa, neanche contro tennisti top-10. Vederlo però battere, in due set e per la seconda volta su due incontri, il numero 5 Stefanos Tsitsipas, fa comunque un certo effetto.

Più che altro perchè la vittoria ottenuta col punteggio di 7-5 6-3 in 1 ora e 52 minuti testimonia la mostruosa qualità del tennista spagnolo, unità ad una maturità che stride con la sua carta di identità, che recita 05-05-2003 alla voce data di nascita.

Il giovane spagnolo è riuscito a rimontare nel primo set da uno svantaggio di 5-2, infilando una striscia di 5 game consecutivi e strappando per due volte il servizio al tennista greco. Nel secondo parziale ad Alcaraz sono giovati altri due break, uno in apertura e l’altro in chiusura, per portare a casa il successo.

In conferenza stampa i giornalisti hanno “risparmiato” uno stanchissimo Alcaraz, ponendogli soltanto poche domande e consentendogli di andare a riposare in vista del quarto di finale con Kecmanovic.

Le parole di Carlos Alcaraz in conferenza stampa

Alcaraz è tornato a ringraziare il pubblico americano per il sostegno ricevuto.

È stata una partita molto dura, ma è stato incredibile giocare davanti a questa folla, è stato piuttosto sorprendente ricevere così tanto sostegno. C'è voluta molta energia per tornare dal primo set, ma avere la possibilità di battere Stefanos davanti a una folla come questa ha reso tutto ancora più spettacolare, è stato molto divertente.

Tutto quello che posso dire è che ho lottato fino all'ultima palla per ribaltare il primo set” ha detto Carlitos. Non aver giocato sul campo principale per lo spagnolo non è stato un problema. “So che non era il campo principale del torneo, ma è comunque un grande stadio, era comunque pieno di gente.

Davvero, è stato incredibile, competere di fronte a una folla come quella, totalmente incredibile” ha risposto Alcaraz. Il 18enne di Murcia ha poi elogiato il suo avversario. “È sempre difficile giocare contro un giocatore come Stefanos, ti spinge al limite del tuo gioco.

Cerca sempre di stare sulla linea di base, cercando di collegare i colpi importanti. È molto difficile giocare contro di lui, devi essere davvero molto bravo in difesa, cercando di tornare e lottare per ogni punto. Serve anche molto bene, il che rende tutto un po' più complicato”.

Alcaraz ha infine spiegato quale è stata la chiave del suo successo. “Sapevo che Stefanos è un giocatore che cerca in ogni punto di posizionarsi per colpire il suo dritto, così ho provato a colpire due o tre rovesci incrociati e poi il successivo ho cambiato e ho cercato il rovescio lungolinea, per forzare il suo dritto in corsa.

Vive continuamente in quella zona di rovescio, coprendo quel colpo tutto il tempo, muovendosi per colpire il dritto, quindi questa strategia era abbastanza importante, il rovescio lungolinea mi ha dato parecchie situazioni di vantaggio e punti chiave” ha concluso lo spagnolo.

Carlos Alcaraz Stefanos Tsitsipas