Nick Kyrgios spiega la chiave della netta vittoria su Andrey Rublev



by   |  LETTURE 4905

Nick Kyrgios spiega la chiave della netta vittoria su Andrey Rublev

Quando si trova in campo Nick Kyrgios si è consapevoli che difficilmente si resterà annoiati. Il tennista australiano è spesso discontinuo e questo ha frenato una carriera che poteva essere ancora più importante, ma negli ultimi tempi l'atleta sembra aver trovato la giusta via.

In Australia, insieme all'altro bad boy del circuito Thanasi Kokkinakis, ha vinto gli Australian Open di doppio mentre ad Indian Wells ha realizzato un buon torneo prima di uscire dopo una battaglia contro il rivale spagnolo Rafael Nadal.

Attualmente Kyrgios è addirittura fuori dai primi 100 al mondo, ma senza dubbio il suo valore non rispecchia la classifica attuale. Nel match andato in scena nella notte il tennista ha letteralmente umiliato il Top Ten russo Andrey Rublev, sconfitto con il sonoro risultato di 6-3;6-0.

Grazie a questa vittoria Kyrgios affronterà al terzo turno l'italiano Fabio Fognini, autore di una bella vittoria in rimonta sul tennista giapponese Taro Daniel.

Le dichiarazioni di Kyrgios nel post partita

Il tennista australiano ha rilasciato le seguenti dichiarazioni nel post partita ed ha commentato: "Lui era partito bene e ci sta, questo è il tennis.

Ci sono stati un paio di bei punti e penso che abbiano cambiato la partita, ho iniziato a giocare davvero bene, specialmente alla risposta. Ormai sono quattro mesi che gioco come voglio, sono tornato alla grande e sto servendo bene.

Non avrei mai immaginato ad inizio stagione di giocare cosi, mi sento bene ed anche quando servo non ho alcun problema fisico (in passato più volte era capitato invece ciò)" In 52 minuti Kyrgios ha 'fatto a pezzi' il russo, il terzo top ten in poche settimane dopo Casper Ruud e Jannik Sinner.

Va precisato che l'azzurro fu sconfitto solo per ritiro (prima del match) mentre Nick annichilì ad Indian Wells anche il norvegese. Parlando nel post gara Kyrgios ha spiegato: "Per Rublev è molto importante avere ritmo e quindi ho lavorato cercando di giocare aggressivo e provare a chiudere subito il punto.

Sono contento della mia prestazione, poi il risultato non conta, che sia 7-6 al terzo o come oggi, l'importante è conquistare la vittoria"