Jasmine Paolini entusiasta ad Indian Wells: "Questo successo significa molto"



by   |  LETTURE 5127

Jasmine Paolini entusiasta ad Indian Wells: "Questo successo significa molto"

Sogna il tennis italiano e questa volta non lo fa soltanto con il tennis maschile. Grande impresa nella notte della giovane e talentuosa tennista azzurra Jasmine Paolini, numero 44 del ranking mondiale femminile; impegnata nel secondo turno di Indian Wells la tennista ha realizzato la più grande vittoria della sua carriera contro la numero 3 al mondo, la forte tennista bielorussa Aryna Sabalenka.

Primo successo contro una Top Ten e gran colpo ad Indian Wells dove ora affronterà al terzo turno la svizzera Viktorija Golubic, un impegno abbastanza alla sua portata e che senza dubbio non la vede sfavorita. Impressiona ancora di più il successo per la reazione di Jasmine, che, dopo aver perso nettamente il primo set, ha accelerato ed ha vinto gli altri due parziali chiudendo con il risultato di 2-6;6-3;6-3.

L'azzurra ha parlato in conferenza stampa nel post gara ed è apparsa raggiante per una vittoria che potrebbe cambiare e svoltare la sua carriera. Grandi progressi per la Paolini, allenata dall'ex tennista italiano Furlan.

Le dichiarazioni di Jasmine Paolini dopo la vittoria

L'azzurra è apparsa raggiante nel post gara ed ha commentato il successo con le seguenti dichiarazioni: "Sono felice, battere un'atleta cosi forte ti lascia qualcosa di incredibile.

Ho cercato di restare molto concentrata su ogni singolo punto, di farla giocare più possibile lontana dalla linea di fondo, perché sapevo che altrimenti mi avrebbe potuto fare male. All'inizio Aryna stava colpendo con molto anticipo, puntando molto sui primi colpi, servizio e risposta; poi sono riuscita a variare e questo le ha dato fastidio”.

L'azzurra ha poi continuato: "Dopo aver perso il primo set non pensavo di poter vincere, avevo perso nettamente il primo set e ho pensato solo alla gara concentrandomi su ogni punto. Punto dopo punto ho sentito meglio la palla ed ho iniziato a crederci, Aryna è una giocatrice differente dalle altre, può colpire molto forte e allora ti mette in grande difficoltà, ma allo stesso tempo per tutti è complicato restare sempre al top quando spingi così tanto.

Come ha detto in passato Jenson Brooksby, il tennis non è tanto colpire forte la palla, quanto fare qualcosa di diverso. Questa frase mi è rimasta ben impressa negli ultimi tempi"