Felix Auger-Aliassime: "Spero che il 2022 sia il mio anno"



by   |  LETTURE 5680

Felix Auger-Aliassime: "Spero che il 2022 sia il mio anno"

Dopo aver perso otto finali consecutive, Felix Auger-Aliassime è riuscito a conquistare il suo primo titolo ATP in carriera lo scorso 13 febbraio. Il tennista canadese ha sollevato al cielo il trofeo del torneo ATP 500 di Rotterdam battendo in finale Stefanos Tsitsipas con il punteggio di 6-4, 6-2.

Il successo ottenuto in Olanda potrebbe conferire ad Auger-Aliassime una nuova consapevolezza e aiutarlo ad affrontare con coraggio i momenti importanti delle partite. Il 21enne parteciperà al Masters 1000 di Indian Wells ed è stato sorteggiato nella parte bassa del tabellone.

Auger-Aliassime sfiderà all’esordio Botic Van de Zandschulp, che ha sconfitto in due set il qualificato Tennys Sandgren. La prima testa di serie presente sul suo cammino porta il nome e il cognome di Marin Cilic, che dovrà però battere la concorrenza di Miomir Kecmanovic.

Agli ottavi di finale, invece, Auger-Aliassime potrebbe incontrare l’amico Matteo Berrettini. Nello stesso quarto di finale sono poi stati inseriti Alexander Zverev, Alex de Minaur, Taylor Fritz e Pablo Carreno Busta.

Auger-Aliassime: "Spero che il 2022 sia il mio anno"

“Dal 2016 ho migliorato la mia preparazione fisica. Non è stato un cambiamento brutale, ma abbiamo notato la differenza grazie alla mia tenuta nella partite lunghe.

È chiaro che il mio corpo è cambiato" , ha spiegato Auger-Aliassime al sito ufficiale dell'ATP. "Finali perse? Anche se perdere quelle otto finali è stata dura, non cambierei nulla del percorso che mi ha portato qui.

Sento che tutte le sfide che sto affrontando ora mi aiuteranno a essere un giocatore e una persona migliore in futuro. Spero che il 2022 sia il mio anno. Vorrei vincere uno o più titoli. Penso di avere le potenzialità per farlo" .

Il canadese si è infine soffermato sull'importanza della famiglia. “A fine anno mi piace avere tutti con me. Tutta la mia squadra, il mio agente, la mia famiglia... Le persone a cui tieni sono con te. Puoi divertirti anche fuori dal campo" . .