Benessere fisico e mentalità vincente: i segreti di Carlos Alcaraz



by   |  LETTURE 4383

Benessere fisico e mentalità vincente: i segreti di Carlos Alcaraz

Lo scorso 20 febbraio, Carlos Alcaraz è diventato il più giovane tennista di sempre a vincere un torneo ATP 500. A Rio de Janeiro, lo spagnolo ha mostrato una forma fisica invidiabile e ha sconfitto giocatori del calibro di Federico Delbonis, Matteo Berrettini, Fabio Fognini e Diego Schwartzman.

Alcaraz, grazie al successo ottenuto sulla terra brasiliana, ha conquistato anche la top 20 all’età di 18 anni e 9 mesi. Nemmeno Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal sono riusciti a fare meglio di lui. Sotto la guida di Juan Carlos Ferrero, ex numero uno del mondo, Alcaraz ha imparato molto presto a prendersi cura del suo corpo in maniera maniacale.

Alcaraz, dal benessere fisico al Masters 1000 di Indian Wells

“Io e la mia squadra sappiamo quanto siamo importante essere preparati e forti dal punto di vista fisico” , ha spiegato lo spagnolo al sito ufficiale dell’ATP.

“Sapevo che avrei dovuto migliorare questo aspetto. È stato probabilmente l’obiettivo più importante che ci siamo prefissati durante la preseason. Sono veramente felice. Questo mi conferisce molta fiducia quando scendo in campo.

Ho più possibilità di mantenere alto il mio livello per più di tre o quattro ore contro i migliori tennisti del circuito. Mi piace fare palestra. Mi concentro su ogni parte del mio corpo, ma il mio obiettivo principale sono le gambe.

Questo è molto importante per me” . Alcaraz si è poi soffermato sul titolo vinto a Rio de Janeiro e sul prossimo impegno al Masters 1000 di Indian Wells. “Non ho avuto molto tempo per celebrare il successo di Rio, perché dovevo prepararmi in vista dell’esordio in Coppa Davis.

Ma è stato speciale e ho trascorso un po’ di tempo con la famiglia e gli amici. Indian Wells da testa di serie? È stupefacente. L'anno scorso ho perso al primo turno contro Andy Murray. Cerco di godermi ogni singolo secondo qui a Indian Wells.

È un posto fantastico e sono davvero felice di essere tornato” . Al secondo turno, Alcaraz affronterà Mackenzie McDonald. “Lui sta esprimendo un ottimo livello di gioco. So che sarà una partita bella ma complicata. La prima partita di ogni torneo è sempre dura" .