Le parole di Naomi Osaka dopo l’esordio a Indian Wells



by   |  LETTURE 1746

Le parole di Naomi Osaka dopo l’esordio a Indian Wells

Torna a brillare la stella di Naomi Osaka, impegnata sul cemento del Masters 1000 di Indian Wells. Dopo un lungo periodo lontana dai riflettori per via di vicissitudini personali, la giapponese ha ritrovato il piglio giusto e superato la statunitense Sloane Stephens con una grande rimonta: 3-6 6-1 6-2 il punteggio finale.

A dispetto del risultato, però, non è stata una partita facile da affrontare per la Osaka. A renderle la vita difficile, oltre che la sua avversaria almeno nella prima parte di gara, ci ha pensato un fortissimo vento che ha condizionato inevitabilmente le giocate di entrambe.

“È stato un po' frustrante, ad essere onesti – ha dichiarato a fine partita − , anche se è stato anche divertente giocare in quelle raffiche di vento, c'è stato un momento in cui molti detriti volavano intorno al campo.

Non avevo mai giocato una partita con quel vento, quindi è stata una nuova esperienza anche per me. Sono grata che ci fossero così tanti fan a guardare la partita, dato che apparentemente molto freddo in tribuna, ha significato molto per me che siano rimasti comunque” .

Naomi Osaka analizza il suo esordio vincente

Intervenuta ai microfoni dei giornalisti al termine della partita, Naomi Osaka si è detta entusiasta per quella che a suo dire è stata una gran prova di forza visto il valore dell’avversaria e le condizioni climatiche avverse: “Per quanto tutto fosse stretto nei primi game del primo set, la mia testa pensava a quanto ho imparato da ogni partita giocata, ad esempio quello che ho imparato dal match contro Amanda [Anisimova] agli ultimi Australian Open.

Mi sono detta che avrei di sicuro avuto delle opportunità, avevo solo bisogno di capitalizzarle. Sapevo che stavo commettendo un sacco di doppi falli all'inizio del terzo set, quindi questa è stata la prima cosa che ho dovuto sistemare.

Non è mai facile giocare contro Sloane [Stephens] – ha proseguito − , è reduce da una vittoria in un torneo qualche settimana fa, quindi sapevo che sarebbe stata molto fiduciosa. È stato un test molto duro per me ma, allo stesso tempo, ho bisogno di giocare molte più partite come questa per darmi la possibilità di tornare al più presto al ritmo con cui facevo le cose.

Onestamente, alla fine della partita non sapevo quale fosse il punteggio, ho dovuto chiedere al mio allenatore – ammette la giapponese − . Ero completamente concentrata sul dare il massimo in ogni punto. Sento di aver giocato bene nel tour australiano, ma sto ancora prendendo quelle lunghe pause tra un torneo e l'altro, sono consapevole che le sto prendendo.

Spero di trovare lentamente il flusso delle cose con questo tour sul duro negli Stati Uniti” , ha concluso Naomi Osaka.