Justine Henin spiega in cosa deve migliorare Daniil Medvedev



by   |  LETTURE 2106

Justine Henin spiega in cosa deve migliorare Daniil Medvedev

Pensare positivo, e dunque alla prima posizione del ranking mondiale Atp che per la prima volta nella sua carriera ha conquistato, dimenticando la pesante (dal punto di vista del morale) sconfitta in finale agli Australian Open contro il campione spagnolo Rafael Nadal.

Un periodo tutt'altro che semplice da gestire per Daniil Medvedev, che deve convivere con le tante e alte aspettative riposte in lui in questa stagione 2022 in tutti i grandi tornei in programma. L'ex numero uno del mondo Justine Henin, vincitrice di ben nove titoli del Grande Slam, ha dato alcune sue considerazioni sul tennista russo: "Ha già dimostrato di poter sopportare molta pressione.

Penso che dovrà continuare a lavorare per gestire le sue emozioni, perché penso che lasci molta energia in questi momenti" ha spiegato la ragazza belga. Episodio simile è accaduto proprio a Melbourne, nel quale l'atleta di Mosca non è riuscito a chiudere la contesa col nativo di Manacor, nonostante avesse tutta l'inerzia dalla sua parte e due set di vantaggio.

Il commento di Henin e un dato interessante

L'oro olimpico alle Olimpiadi di Atene nel 2004 ha anche aggiunto: "Avrà sempre un temperamento esplosivo, ma se vuole lasciare il segno sul circuito dovrà gestire meglio le sue emozioni" ha concluso nel suo intervento.

Un aspetto, quello sottolineato dall'ex giocatrice, che sarà sicuramente monitorato in questa annata da tutti gli addetti ai lavori e appassionati, specialmente per comprendere il complessivo valore del neo numero uno della graduatoria.

Medvedev vanta fino a questo momento dei dati non così prolifici sul cemento di Indian Wells, Master 1000 nel quale sarà impegnato in questi giorni fino alla prossima settimana (se dovesse ovviamente superare i vari turni).

Nelle ultime nove partite disputate in California infatti, il russo ha un bilancio di cinque vittorie e quattro sconfitte. In 26 eventi sul veloce in cui ha partecipato, il ragazzo di Mosca ha raggiunto i quarti in 24 occasioni (andando oltre 20 semifinali, 16 finali e 12 trionfi): due gli appuntamenti in cui non ha mai convinto e portato a casa un risultato soddisfacente, ovvero Dubai e proprio Indian Wells. Nel 2022 cercherà dunque il riscatto per migliorare anche questo dato negativo.