La rivincita di Thanasi Kokkinakis: "L'aspetto mentale è fondamentale"



by   |  LETTURE 4314

La rivincita di Thanasi Kokkinakis: "L'aspetto mentale è fondamentale"

Gli infortuni, le numerose operazioni e la sfortuna hanno caratterizzato le prime stagioni nel circuito maggiore di Thanasi Kokkinakis. Il tennista classe 1996, attraverso il lavoro e i sacrifici, sta cercando di prendersi la sua rivincita e in Australia ha dimostrato di poter dire ancora la sua.

Ad Adelaide, il circolo che lo ha visto crescere e maturare, Kokkinakis ha infatti conquistato il primo titolo ATP in carriera. L’australiano ha sconfitto nettamente Benoit Paire al primo turno e ha poi eliminato la testa di serie numero due John Isner in una incredibile partita terminata al tie-break del terzo set.

Dal match vinto contro l’americano, Kokkinakis ha dovuto sempre ricorrere al terzo e decisivo set, ma non ha mai mollato e ha raggiunto la finale. Nell'ultimo atto dell'evento ATP 250, infine, ha ottenuto una convincente vittoria in rimonta contro Arthur Rinderknech.

Come se non bastasse, Kokkinakis ha sollevato al cielo anche il trofeo degli Australian Open vincendo il torneo di doppio insieme a Nick Kyrgios.

Kokkinakis: "L'aspetto mentale è fondamentale nel tennis"

"Ho dimostrato quanto conti l'aspetto mentale.Nel tennis è fondamentale.

Ovviamente devi possedere una certa etica del lavoro per trovare l'equilibrio, ma se sei forte mentalmente non devi porti limiti", ha detto Kokkinakis al sito ufficiale dell' ATP. “Nel tennis, fortunatamente, ogni settimana potrebbe rappresentare la svolta.

Sapevo di essere in grado di vincere un paio di partite. Sapevo che avrei potuto giocare al mio miglior livello, ma non pensavo di farlo con questa continuità. E' stato impressionante. Un tennista non ha il tempo per resettare tutto.

Nel tennis, a differenza di altri sport, non hai molto tempo per festeggiare e rilassarti. Questa è la cosa difficile. Devo solo trovare il modo per continuare a correre. Penso che tutti vogliano sfruttare al meglio le proprie opportunità.

Voglio spingermi fino al limite. È stato un inizio di stagione pazzesco. Non mi aspettavo tutto questo, ma ho lavorato duramente per essere in quella posizione" .