Il duro appello di Anastasia Pavlyuchenkova: "Fermate la guerra"



by ANTONIO FRAPPOLA

Il duro appello di Anastasia Pavlyuchenkova: "Fermate la guerra"

Daniil Medvedev è diventato il nuovo numero uno del mondo grazie alla sconfitta subita da Novak Djokovic ai quarti di finale del torneo ATP 500 di Dubai. Il dato che certifica l’enorme impresa compiuta dal russo riguarda i Big Four.

Era da 18 anni che un tennista diverso da Roger Federer, Novak Djokovic, Rafael Nadal e Andy Murray non occupava la prima posizione del ranking mondiale. Medvedev, sfruttando la sua popolarità, ha espresso la sua dura opinione sulla guerra in Ucraina.

“Oggi voglio parlare a nome di ogni bambino del mondo. Tutti hanno sogni, la loro vita è appena iniziata: i primi amici, le prime grandi emozioni. Tutto ciò che sentono e vedono è la prima volta nella loro vita.

Per questo voglio chiedere la pace nel mondo, tra i paesi. I bambini nascono con una fiducia interiore nel mondo, credono in tutto: nelle persone, nell'amore, nella sicurezza e nella giustizia, nelle loro chance. Stiamo insieme e mostriamo loro che è vero: ogni bambino non dovrebbe smettere di sognare" .

Anastasia Pavlyuchenkova contro la guerra in Ucraina

Medvedev non è l’unico atleta russo che non ha avuto paura di rendere nota la propria posizione. Nelle ultime ore, anche Anastasia Pavlyuchenkova ha affidato la sua risposta all’invasione russa al suo account Twitter.

“Gioco a tennis da quando ero una bambina. Ho rappresentato la Russia per tutta la vita. Questa è la mia casa, il mio Paese. Ma ora sono completamente impaurita, così come lo sono i miei amici e la mia famiglia.

Ma non ho paura di rendere nota la mia posizione. Sono contro la guerra e la violenza. Le ambizioni personali o le motivazioni politiche non possono giustificare la violenza. Questo non porta via il futuro solo a noi, ma anche ai nostri figli.

Sono confusa e non so come rendermi utile in questa situazione. Sono solo una giocatrice di tennis. Non lavoro in politica, non sono un personaggio pubblico e non ho esperienza in questo settore. Posso solo mostrare pubblicamente il mio disaccordo nei confronti delle decisioni prese e parlarne apertamente.

Fermate la violenza, fermate la guerra” .

Anastasia Pavlyuchenkova