Auger-Aliassime dà la propria opinione sulla posizione di Novak Djokovic sul vaccino



by   |  LETTURE 5717

Auger-Aliassime dà la propria opinione sulla posizione di Novak Djokovic sul vaccino

Felix Auger-Aliassime ha commentato la scelta di non vaccinarsi di Novak Djokovic, sostenendo che il ritorno in campo dell’ormai ex numero uno del mondo sia un bene per tutto il mondo del tennis. Il tennista canadese avrebbe dovuto giocare a Dubai questa settimana, ma ha deciso di ritirarsi dall'evento dopo aver fatto finali ATP back-to-back a Rotterdam e Marsiglia.

Proprio il torneo ATP 500 olandese ha rappresentato il primo trionfo di Auger-Aliassime nel circuito ATP, dopo una striscia di 8 finali consecutive perse. Il canadese ha battuto in finale Stefanos Tsitsipas, mentre nel torneo di Marsiglia è stato sconfitto nell’atto finale da Andrey Rublev.

Novak Djokovic ha invece fatto il suo ritorno in campo dopo più di due mesi questa settimana all’ATP 500 di Dubai, arrendendosi incredibile al qualificato ceco Jiri Vesely ai quarti di finale e perdendo cosi la testa della classifica mondiale dopo 86 settimane consecutive a discapito di Daniil Medvedev.

“Ognuno è libero di fare ciò che vuole e bisogna rispettarlo"

Il classe 2000 canadese, attuale numero 9 del ranking ATP, ha espresso la propria opinione sulla decisione di Djokovic di non vaccinarsi, aggiungendo che il serbo è un valore aggiunto per questo sport e la sua presenza nel circuito è un bene per tutti.

“Penso che sia un bene per lo sport in fin dei conti. Voglio dire, è un grande giocatore da guardare. E finché gioca, è un bene per lo sport che entri in campo e competa con tutti noi. Questo è un bene per lo sport” ha detto Auger-Aliassime a Eurosport.

Auger-Aliassime ha riconosciuto che Djokovic è consapevole di ciò che comporta la sua posizione sul vaccino. “Per quanto riguarda la vaccinazione, penso che l'abbia spiegato molto bene. Alla fine non è l'unico, ognuno è libero di fare ciò che vuole e dobbiamo rispettarlo; di sicuro conosciamo persone nella nostra famiglia a volte o nel nostro gruppo di amici o circolo che non vogliono fare il vaccino.

Ma penso che lui accetti davvero ciò che ne deriva e penso che sia corretto. Bisogna essere liberi nel mondo di fare ciò che si vuole e accettare ciò che ne consegue. E per me, questo va benissimo” ha aggiunto Auger-Aliassime.