Le parole di uno sconsolato Daniil Medvedev dopo la sconfitta contro Rafael Nadal



by   |  LETTURE 18766

Le parole di uno sconsolato Daniil Medvedev dopo la sconfitta contro Rafael Nadal

Dopo essere diventato numero uno a seguito dell’eliminazione di Novak Djokovic ai quarti di finale del torneo di Dubai, Daniil Medvedev aveva la ghiotta occasione di vendicare la bruciante sconfitta della finale degli Australian Open rimediata contro Rafa Nadal.

Il tennista maiorchino però in queste settimane è letteralmente on fire ed è stato lui a spuntarla nella semifinale di stanotte dell’ATP 500 di Acapulco, imponendosi con un perentorio doppio 6-3 e aggiudicandosi un posto in finale contro Cameron Norrie.

Si fa così ancora più negativo lo score del nuovo numero uno contro il tennista spagnolo, considerato che Medvedev è stato in grado di batterlo soltanto una volta in sei occasioni (semifinale delle ATP Finals del 2020).

Il tennista russo ha analizzato il match giocato nella notte in conferenza stampa, parlando di ciò che secondo lui non è andato bene e cosa avrebbe potuto fare per battere questo Nadal.

Medvedev: “Se vuoi batterlo devi giocare al meglio, cosa che non ho fatto”

Medvedev, che da lunedì sarà il nuovo numero uno del ranking, ha ammesso di non aver giocato abbastanza bene da poter battere il 21 volte campione slam.

“Purtroppo non credo di aver giocato bene oggi. Ci sono stati alcuni punti buoni, ma nel complesso il mio livello non era abbastanza alto per competere con qualcuno come Rafa. Troppi errori. È dura, Rafa è in ottima forma in questo momento.

Se vuoi batterlo devi giocare al meglio, cosa che non ho fatto” ha dichiarato Medvedev. Il tennista russo ha poi aggiunto: “Non credo di poter salvare molto dalla partita di oggi. Se mi chiedete cosa devo cambiare della partita di oggi, devo cambiare tutto quello che ho fatto.

Sono cose che succedono, a volte si gioca male, a volte si gioca peggio. A volte si vince, a volte si perde. Devo solo migliorare la prossima settimana. Quando hai così tante opportunità di strappare il servizio devi essere più concreto.

Su alcune delle palle break Rafa ha giocato in modo incredibile, ma io dovevo fare meglio. Per vincere la partita dovevo solo giocare meglio. È così semplice, ma è difficile farlo”. Medvedev non ha mostrato il proprio miglior tennis in settimana.

“Ad essere onesti, non ho trovato buone sensazioni questa settimana ad Acapulco, ma sono felice di essere stato in grado di vincere tre partite in set diretti senza tiebreak senza giocare in modo eccellente. Ho continuato a lottare, mettendo le palle in campo e questo è importante quando non sei al meglio” ha detto Daniil.

“Quando sei lì e hai giocato così tante partite, semifinali, finali, Grand Slam, ATP 500, sai cosa devi fare, ma oggi non l'ho fatto. Non ero forte sul mio servizio, ma sul suo ho giocato abbastanza bene.

Dovevo essere più deciso, cosa che oggi non mi è riuscita”. Il tennista russo ha concluso spendendo parole d’elogio nei confronti del torneo messicano. “Amo Acapulco. Anche oggi, l'atmosfera era molto bella.

Ho sentito il sostegno dei fan. Mi piace giocare qui. Mi piacerebbe tornare a giocare ad Acapulco l'anno prossimo”.