Alcaraz svela il segreto del suo evidente cambiamento fisico



by   |  LETTURE 17039

Alcaraz svela il segreto del suo evidente cambiamento fisico

Carlos Alcaraz ha rotto gli indugi e fatto il suo ingresso nella Top-20 mondiale. Con il successo in terra brasiliana per il Rio Open, la giovane stella spagnola ha raggiunto un risultato storico, diventando il più giovane giocatore sia a conquistare un ATP 500 che a rientrare tra i primi 20 tennisti del ranking, superando il suo idolo di sempre Rafael Nadal.

Le prestazioni ottenute in campo da Alcaraz sono via via migliorate in maniera esponenziale, così come si è potenziato in maniera altrettanto evidente il suo fisico. La massa muscolare del 18enne di Murcia è visibilmente cresciuta, come mostrato dalle immagini pubblicate dal magazine “Men’s Health” .

Nel servizio esclusivo condotto dalla nota rivista, lo stesso Alcaraz ha discusso dei cambiamenti apportati al suo corpo ma non solo: “In passato, quando ero più giovane, non avevo un corpo molto muscoloso. Ero un disastro quando si trattava di mangiare.

Ma gradualmente, con l'aiuto della mia squadra, ho capito cosa devo mangiare e il modo migliore per allenarmi in base a ogni momento. Che si tratti di tornei, pre-stagione, settimane di puro allenamento, ecc... Come unico segreto direi che il mio fisico deriva dal lavorare duro e dal curare ogni dettaglio ogni giorno.

E naturalmente, è molto importante riposare bene, allenarsi dando il 100% del proprio sforzo. Se si sommano tutti questi aspetti, si ottiene il segreto per stare bene fisicamente. Negli ultimi due anni penso di aver fatto meglio di quanto abbia fatto in tutta la mia carriera.

Ho seguito tutto alla lettera” .

Alcaraz: “Non crescerò di più, fa male per il tennis”

Carlos Alcaraz, tuttavia, ha confessato di voler per il momento arrestare tale crescita per concentrarsi su altri aspetti: “Onestamente penso che per il momento vada bene rimanere come sono adesso.

Fisicamente non voglio crescere di più per ora, non fa bene al tennis essere troppo muscoloso. Voglio rimanere come sono e concentrarmi di più su altri aspetti che chiaramente voglio migliorare e che sono cruciali per il tennis, come velocità, agilità e potenza.

Meccanicizzo molto bene tutti i miei colpi – ha proseguito lo spagnolo − . Ma so che devo lavorare molto sul lato mentale. Ho bisogno di migliorare la mia concentrazione durante le partite, evitare crolli, non avere continui alti e bassi” .