Danielle Collins sulla semifinale vinta contro Swiatek: "Avevo davvero un buon ritmo"

La tennista statunitense parla del suo livello di gioco in semifinale

by Martina Sessa
SHARE
Danielle Collins sulla semifinale vinta contro Swiatek: "Avevo davvero un buon ritmo"

Danielle Collins conquista la prima finale Slam della sua carriera. La tennista statunitense, che ha iniziato gli Australian Open come numero 27 al mondo, ha sconfitto Iga Swiatek in due set con il punteggio di 6-4, 6-1. In finale, l’americana affronterà Ashleigh Barty, che ha vinto anche lei in due set contro Keys.

Con il raggiungimento della finale del Grande Slam australiano, Collins entra nella top10 del WTA Ranking. Al termine del match, Danielle Collins parla della partita disputata contro la tennista polacca: "Con la tattica e il piano di gioco che avevo, iniziando con la solida partenza che ho avuto, mi sentivo come se fossi davvero in grande forma.

Non c'erano molte cose che mi ostacolassero. Avevo davvero un buon ritmo, colpivo la palla in modo molto pulito, muovevo bene la palla”. "Quando ho un'idea molto chiara della mia tattica e di cosa voglio fare, è più facile per me arrivarci”, ha dichiarato l’americana, che ha proseguito parlando delle sensazioni di questa semifinale.

“Ma poi, proprio come qualsiasi altro atleta e penso che tutti noi in tour, abbiamo giorni in cui cerchiamo di entrare in grande forma e non possiamo. Oggi ha funzionato davvero a mio favore e sono riuscita ad arrivarci”.

Il livello di gioco espresso da Collins è stato molto alto, ma questo livello non può essere raggiungento sempre. "Spero di avere molte altre partite del genere in futuro, ma devi anche essere realistica con te stessa e renderti conto che non giocherai in quel modo ogni volta.

Ma penso che aiuti molto quando si può avere una tabella di marcia davvero chiara su ciò che vuoi fare in campo e su come vuoi eseguire il tuo piano di gioco", ha concluso l’americana di St. Petersburg.

Swiatek su Collins: “Sono impressionata”

Anche Iga Swiatek ha commentato il match disputato dalla sua avversaria in semifinale: "Ero preparata per il suo gioco aggressivo, ma penso che sia stata la palla più veloce contro cui abbia mai giocato in una partita", ha detto dopo la partita.

È un livello che di solito si tiene in allenamento, specifica Swiatek: "Sicuramente negli allenamenti ho colpito forse la stessa velocità, ma in partita è diverso perché i giocatori non vogliono correre così tanti rischi.

Ma sembrava che per lei non fosse nemmeno rischioso perché giocava con controllo”. La polacca è curiosa di vedere la finale tra Barty e Collins: "Quindi sono impressionata e la rispetto perché sta giocando un grande gioco.

Sono solo curiosa di sapere come sarà la finale, e sicuramente la guarderò e imparerò. Dopo l’analisi sul gioco dell’avversaria, Swiatek parla del proprio match: "Non ho accettato di perdere, perché è stata dura, ma ho accettato che potesse giocare una grande partita”.

“Sento solo rispetto per il suo gioco oggi e so che ha giocato una partita perfetta e succede. Sai, anche io posso giocare una partita perfetta. Non era sicuro oggi. È successo in passato e spero che accada in futuro”, ha concluso l’attuale numero nove al mondo.

Danielle Collins
SHARE