Le dichiarazioni di Carlos Alcaraz dopo la sconfitta contro Matteo Berrettini



by   |  LETTURE 9782

Le dichiarazioni di Carlos Alcaraz dopo la sconfitta contro Matteo Berrettini

È stato Matteo Berrettini ad aggiudicarsi la battaglia contro Carlos Alcaraz. Il tennista italiano ha sconfitto con il punteggio di 6-2, 7-6( 3), 4-6, 2-6, 7-6( 5) in un match durato più di quattro ore. Il giovane talento spagnolo ha mostrato ancora una volta di possedere delle qualità fuori dal normale e di poter raggiungere importanti traguardi nel corso delle prossime stagioni.

Alcaraz commenta la partita persa in 5 set contro Berrettini

"Sono molto orgoglioso della mia prestazione. Per la prima volta in carriera mi sono ritrovato sotto di due set, ma sono riuscito a tornare in partita. Ho dato il massimo in campo, questo è tutto quello che dovevo fare.

Ho iniziato molto bene la partita, ho avuto la possibilità di brekkarlo nei primi game, ma non ho sfruttato le chance. La chiave per dare una svolta al match è stata calmarsi e capire cosa bisognava fare" , ha spiegato lo spagnolo in conferenza stampa.

"Penso di averlo fatto, mi sono liberato della tensione e sono rientrato in partita. Ovviamente si tratta di una sconfitta e vado via un po' arrabbiato. Ma sono contento delle sensazioni che ho provato.Ogni volta che ho giocato contro i migliori, fatta eccezione per la partita contro Rafael Nadal, penso di essere stato vicino.

Mi sto avvicinando a loro, in ogni torneo sono più vicino a loro. Questo è l'obiettivo, far parte di quel gruppo di giocatori. Penso che il mio gioco si adatti a tutte le superfici. Mi sento a mio agio sul cemento, ma anche sulla terra battuta.

Ho vinto il mio primo torneo ATP sul rosso, ma so che è molto importante giocare bene sul cemento, perchè la maggior parte degli eventi si disputano su questa superficie. Bisogna essere preparati per giocare bene su ogni superficie e il mio gioco si adatta molto bene al cementoSto giocando molto bene, sono pronto"

Alcaraz ha infine parlato del suo futuro. "Dopo questa sconfitta è tempo di pensare ai prossimi tornei. L'anno è appena iniziato, mi sento molto a mio agio. Il mio prossimo torneo sarà l'ATP 500 di Rio, poi quello di Acapulco. Poi vedremo, a seconda di come andranno le cose e di come mi sentirò fisicamente” .