Medvedev, dalla vittoria contro Kyrgios alla prima posizione di Novak Djokovic



by   |  LETTURE 2926

Medvedev, dalla vittoria contro Kyrgios alla prima posizione di Novak Djokovic

Daniil Medvedev si è aggiudicato la super sfida con Nick Kyrgios e ha raggiunto meritatamente il terzo turno degli Australian Open. Il russo ha iniziato bene il match e ha subito brekkato il suo avversario nel terzo game.

L’australiano non ha mollato e ha trovato il contro break sul 3-4. A fare la differenza nel primo set è stato il tie-break; un tie-break in cui Kyrgios ha raccolto un solo punto. Nella seconda frazione di gioco, Medvedev non ha concesso palle break e ha strappato la battuta al suo rivale nel momento più importante.

Kyrgios ha dato tutto nel terzo set, che ha portato a casa con il punteggio di 6-4, ma è crollato fisicamente nel quarto.

Medvedev, dalla vittoria con Kyrgios al primo posto di Djokovic

“E' stata una partita molto difficile.

Sapevo che Nick avrebbe servito bene e giocato con grandi motivazioni, ma non mi aspettavo che tornasse così bene e che fosse così continuo. Ha giocato una grande partita; entrambi avremmo potuto vincere, quindi sono molto contento.

Mi diverto sempre quando vinco", ha spiegato il russo in conferenza stampa. "Nick è un bravo ragazzo fuori dal campo ed è un intrattenitore straordinario. Nick può battere chiunque. Sono uno dei migliori sul cemento? La mia mobilità è ottima, ma soprattutto penso che i miei colpi si adattino perfettamente a questa superficie.Tendo a giocare lontano dalla linea di fondo, perché voglio che la mia palla sia profonda e non perda velocità alla fine.Cerco sempre di sviluppare il mio gioco, di migliorare in molti aspetti per poter fare bene in qualsiasi contesto, ma ho delle sensazioni particolarmente buone con tutti i miei colpi quando gioco sul cemento.

Serve quel tipo di fiducia nei tornei del Grande Slam" Medvedev ha infine parlato della possibilità di diventare il numero uno e superare Novak Djokovic in classifca. "Più in alto sei, più in alto vuoi arrivare.

Sono stato il numero 2 per un po' e ovviamente mi piacerebbe diventare il migliore del mondo e vincere 25 Slam. Tuttavia, la cosa più importante per me è il lavoro quotidiano. Sono arrivato a questo evento in ottima forma e so che esiste questa possibilità.

Se riuscissi a raggiungere questo obiettivo, penso che meriterei i complimenti, indipendetemente dal fatto che Novak non abbia perso giocando" .