Paula Badosa spiega perché essere sotto i riflettori la stressa



by   |  LETTURE 3027

Paula Badosa spiega perché essere sotto i riflettori la stressa

La numero 8 del mondo Paula Badosa ha ammesso di non amare così tanto essere sotto i riflettori, rivelando di essersi sentita tesa durante il suo periodo in Spagna dopo la fine della stagione 2021. L'iberica ha goduto di una buona conclusione dell'annata: nell'ultima parte è stata bravissima a conquistare il Master 1000 di Indian Wells, a entrare nella top ten per la prima volta nella sua carriera e dunque a disputare le Wta Finals di Guadalajara.

"A essere onesti, non mi piace molto perché sono cresciuta in una piccola città e il mio obiettivo era quello di fare tutto il possibile per diventare una tennista. Ma ovviamente, quando sei una buona giocatrice, hai questi cose fuori dal campo.

Devo iniziare ad abituarmi a questo tipo di aspetti" ha dichiarato in un'intervista rilasciata al Wta Tour. Poi ha proseguito: "Le cose che mi piacciono di più sono i servizi fotografici. Ci ero un po' abituata quando i miei genitori lavoravano nel settore della moda.

Alcuni giorni, se non sono troppo stanca, mi diverto anche un po' Ho imparato che è un altro mondo, quindi mi piace imparare cose nuove. "A volte mi stresso perché voglio solo giocare a tennis. Non voglio le altre cose.

Ma ovviamente so che fa parte del mio lavoro e ne sono felice, perché significa che sto facendo molto bene. Quindi sto cercando lentamente di abituarmici. Ho una squadra fantastica che mi aiuta a superare tutto questo" ha aggiunto la 24enne nativa negli Stati Uniti.

Badosa si racconta

"Mi sto avvicinando meglio. Penso che anche una settimana fa, non ero nemmeno consapevole di quello che è successo nel 2021, perché era molto pazzesco. Anche in Spagna molte cose sono state intense.

Non ci credevo ancora quando parlavo con il mio allenatore e gli dicevo di essere numero 8 al mondo, di aver vinto Indian Wells e di aver fatto un buon anno" ha continuato la tennista. "La stagione iniziata sarà molto dura.

Ecco perché è molto importante rimanere umili e lavorare molto per raggiungere altri ottimi risultati" ha concluso.