Grigor Dimitrov: "Esenzioni mediche? Le regole sono chiare"



by   |  LETTURE 4512

Grigor Dimitrov: "Esenzioni mediche? Le regole sono chiare"

Negli ultimi giorni, si è parlato molto delle esenzioni mediche che alcuni giocatori e alcune giocatrici potrebbero ricevere per raggiungere l’Australia e competere nei primi tornei del 2022. I requisiti che permettono a un atleta di entrare in questa “categoria” sono quattro e vengono esaminati nel dettaglio dagli organi competenti.

Si parla chiaramente di atleti che hanno una storia di anafilassi alle vaccinazioni contro il Covid-19; di atleti che hanno avuto gravi effetti collaterali dopo la prima dose; di atleti che soffrono di una condizione medica acuta e di atleti a cui è stata diagnosticata una malattia cardiaca infiammatoria negli ultimi sei mesi.

Grigor Dimitrov: "Le regole sono molto chiare"

Grigor Dimitrov ha espresso la sua opinione sulla scelta presa dalle autorità australiane nel corso del Media Day del torneo ATP 250 di Melbourne 1. “Qui le regole sono molto chiare, quindi tutti dovrebbero seguirle" , ha detto il bulgaro nelle parole raccolte da PuntodeBreak.

"Non so perché si sentano così tante versioni sull'argomento. Non so quanto ancora si possa discutere su questa cosa, sinceramente ci sono troppi dibattiti per regole così chiare. Non c'è molto altro da dire.

La sicurezza è la cosa più importante e tutti vogliono viaggiare, lavorare e giocare. Non capisco davvero cosa stia succedendo" . Uno dei giocatori che avrebbe potuto ricevere l'esenzione medica, almeno secondo i media serbi, è Novak Djokovic.

Craig Tiley, direttore degli Australian Open, non conosce ancora il futuro del 20 volte campione Slam, ma in una recente intervista a 9News Melbourne ha spiegato: "Ci sono alcuni voli charter che arriveranno in Australia la prossima settimana.

Dopodiché, tutti quanti i partecipanti agli Australian Open saranno qui. Per quanto riguarda Novak Djokovic, avremo quindi un quadro molto più chiaro della situazione nei prossimi giorni. Una volta terminata la prossima settimana, sarebbe decisamente tardi per potersi presentare a Melbourne e giocare gli Australian Open" .