Le parole di Diego Schwartzman prima del debutto in Atp Cup



by   |  LETTURE 1544

Le parole di Diego Schwartzman prima del debutto in Atp Cup

Sensazioni positive per preparare al meglio l’inizio di stagione e regalare qualche gioia alla propria nazione. L’Argentina non vede l’ora di esordire nell’edizione 2022 di Atp Cup, la competizione riservata a 16 formazioni (divise in 4 gironi da 4) in programma a Sydney da sabato 1 a domenica 9 gennaio.

La squadra potrà contare solo sull’esperienza del proprio numero uno Diego Schwartzman, mentre per gli altri sarà un vero e proprio debutto nella manifestazione australiana, che mette a confronto i migliori tennisti di ogni nazione.

Il team capitanato da Alejandro Fabbri dovrà sfidare nell’ordine Georgia, Grecia e Polonia: l’opportunità è naturalmente quella di giocare partite importanti in vista dei primi impegni nei tornei individuali, fra cui gli Australian Open.

Il sogno, seppur difficile, resta stupire tutti e conquistare la vetta del raggruppamento al termine delle tre giornate. Un’impresa se si considera le altre compagini più accreditate, che possono contare su giocatori dal calibro di Stefanos Tsitsipas e Hubert Hurkacz.

La prima sfida di sabato 1 gennaio con la Georgia di Nikoloz Basilashvili sarà già un banco di prova importante per l’Argentina, se vuole dire la sua nel girone D.

L’Argentina si presenta

“È molto bello iniziare l'anno giocando l'Atp Cup.

Penso che tutti vogliono essere qui e giocare per l'Argentina. Sotto la bandiera è tutto diverso. Mi piace molto Sydney. Ho giocato partite molto buone qui. Ovviamente questo evento sarà molto duro, perché ogni anno si qualificano le migliori squadre del mondo.

Sarà difficile, ma sarà una bella sfida. Penso sia la migliore preparazione per tutti coloro che giocano prima degli Australian Open" ha dichiarato El Peque. "Ci divertiamo molto quando possiamo condividere questi momenti, giocando come una squadra.

È un’atmosfera completamente diversa rispetto a tutto l'anno. È una partita di squadra, quindi ogni momento è diverso e cerchiamo sempre di divertirci ed essere pronti per la squadra, non importa se poi si perde o si vince" ha aggiunto e concluso.

Intanto, all’arrivo a Sydney, Federico Coria è risultato positivo al Covid dopo un test effettuato. Secondo le ultime indiscrezioni, venerdì l’atleta sarà sottoposto a un ulteriore tampone, il cui esito sarà decisivo per permettergli di essere parte del gruppo argentino che giocherà l’Atp Cup o meno.

In caso di conferma, toccherà a Facundo Bagnis sostituire il compagno. Resta un po’ di preoccupazione, visto che tutti i sudamericani stavano viaggiando sullo stesso volo charter.