Felix Auger-Aliassime: "Vorrei vincere il mio primo titolo dopo tante finali perse"



by   |  LETTURE 3810

Felix Auger-Aliassime: "Vorrei vincere il mio primo titolo dopo tante finali perse"

Nonostante i miglioramenti tecnici e la nuova collaborazione con Toni Nadal, Felix Auger-Aliassime non è riuscito a compiere il definitivo salto di qualità dal punto di vista mentale. Il canadese ha perso quest’anno altre due finali, a Melbourne 2 e a Stoccarda, e ha rinviato l’appuntamento con il primo titolo ATP.

Sono otto le finali che hanno visto Auger-Aliassime gestire male i momenti importanti e sciogliersi sul più bello. Il tennista classe 2000 ha comunque raggiunto due importanti risultati nei tornei del Grande Slam: il primo a Wimbledon e il secondo agli US Open.

Il canadese si è spinto fino ai quarti di finale sui prati dell’All England Club; mentre a Flushing Meadows ha perso in semifinale contro il futuro vincitore del torneo Daniil Medvedev. Auger-Aliassime punterà a migliorare il suo score nel 2022.

Auger-Aliassime: "Voglio tornare in top 10"

“È stato un anno di grandi traguardi. Sono nell'élite di questo sport. Voglio dire, ci sono pochissime persone così fortunate in questo senso.

La mia prossima sfida è tornare nella top ten ed essere in grado di rimanerci il più a lungo possibile" , ha spiegato il canadese in un'intervista a TennisUpToDate. "Inoltre, mi piacerebbe poter vincere il mio primo titolo dopo tante finali perse.

Sono stato benedetto e mi ritengo molto fortunato.Ho fatto tanti sacrifici e sono migliorato molto negli ultimi anni e io ho imparato da ogni vittoria e da ogni sconfitta. Questo è quello che cerco di fare partita dopo partita" .

Auger-Aliassime ha infine espresso la sua opinione sul tema vaccino. Ricordiamo che l'Australian Open sarà il primo grande torneo internazionale aperto solo agli atleti vaccinati. "Capisco che alcune persone decidano di non farlo.

È una loro scelta e bisogna rispettarla. Ma ci sono delle conseguenze. E' inutile dire ai tifosi che devono vaccinarsi per proteggerci tutti e poi vedere giocatori che non lo fanno. Sarebbe una scelta molto ipocrita. Sono favorevole che si facciano vaccinare tutti per cercare di rendere migliore il mondo" .