Daniil Medvedev spiega: "L'atmosfera con il tifo contro mi ha fatto giocare bene"



by   |  LETTURE 1623

Daniil Medvedev spiega: "L'atmosfera con il tifo contro mi ha fatto giocare bene"

Era la grande favorita alla vigilia ed alla fine ha rispettato le previsioni. Dopo il successo in Atp Cup ad inizio anno la Russia completa un 2021 fantastico con la vittoria della Coppa Davis oltre che con tanti successi individuali per i suoi tennisti.

Quindici anni dopo il famoso cast composto da Kafelnikov, Safin e Davydenko la Russia ha ora altri tennisti di qualità tra cui due atleti nella Top Ten mondiale, Daniil Medvedev ed Andrey Rublev. In conferenza i russi si sono lasciati andare ed hanno esultato tutti insieme parlando poi con i media.

Non poteva che iniziare il numero uno russo e numero due al mondo Medvedev. La sua è stata una grande stagione visto che oltre ai titoli di squadra ha conquistato il suo primo Slam in carriera agli Us Open.

Le parole di Medvedev in conferenza stampa

Medvedev ha iniziato la conferenza: "Aver vinto sia l'Atp Cup che la Coppa Davis è fantastico, quattro di noi già c'erano ad inizio anno all'Atp Cup che è stata la prima competizione di squadra che abbiamo mai vinto.

La Coppa Davis è più storica senza dubbio come competizione, non so cosa accadrà in futuro ma per me sono due grandi successi e sono felice che la Russia sia riuscito a vincerli. Finale? In generale l'atmosfera era buona, soprattutto perché c'erano molti croati a tifare Cilic, sentivo che quasi tutto lo stadio era contro di me e per me è una cosa buona.

Poi però a fine match tutti erano felici per la nostra vittoria. Diciamo che è stato un buon match che ci ha portato alla storia. La nuova Coppa Davis? Ad un certo punto tutto deve cambiare, io ho giocato solo due volte questa competizione e non so totalmente cosa è cambiato, giocai in Serbia ed era diverso ma non più di tanto.

La Davis è stata vinta recentemente da Nadal e Djokovic era in campo ora a giocarla, non importa il formato perché i migliori tennisti al mondo sono qui e sono felici di rappresentare il proprio paese"