Dalle critiche per l'esultanza alla Croazia: le parole di Daniil Medvedev



by   |  LETTURE 4399

Dalle critiche per l'esultanza alla Croazia: le parole di Daniil Medvedev

Il 2021 è stato un anno speciale per Daniil Medvedev. Il numero due al mondo si è consolidato come il principale rivale di Novak Djokovic ed ha portato a casa il primo titolo del Grande Slam agli Us Open. Ora manca poco al termine della stagione e Daniil affronterà come protagonista la Croazia per provare a chiudere il discorso Coppa Davis, competizione dove con la sua Russia partiva da grande favorito.

I russi hanno mantenuto le attese e Medvedev ha battuto senza patemi nel suo match il tedesco Struff.

Le parole di Medvedev in conferenza stampa

Al termine del match il tennista russo ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Non sono mai facili queste sfide, è sempre la Coppa Davis.

Anche se guardiamo al tabellone di oggi sono solo due match di singolo e non ho concesso quasi nulla al mio avversario. Ma ciò non toglie che non è mai facile. Ho visto Andrey (Rublev) in tv ed ha giocato in scioltezza.

Nel primo set Struff ci ha provato, poi è calato ed ha messo meno prime ed io sono riuscito ad ottenere il break, era questa la chiave del match. Abbiamo chiuso in poco tempo per la finale ed ora siamo concentrati sulla sfida contro la Croazia.

L'esultanza? Cristiano Ronaldo la faceva quando era al Real, non volevo provocare nessuno. Alla fine forse è quello che ho fatto e ne prendo atto. Quando sono in un campo da tennis mostro le mie emozioni, nella vita sono più calmo, ma qui ho tanta adrenalina ed odio perdere.

Capita che mi lascio trasportare dalle emozioni. Croazia? Beh, ad essere sinceri, sarebbe stato speciale giocare in finale contro Novak Djokovic. Lo è sempre, ma questa è la Coppa Davis, Nole ha vinto il suo match ma non è in finale.

Borna Gojo sta facendo un lavoro straordinario ed ha enorme seguito in questo torneo. Si sa che la Croazia in doppio è temibile e quindi dopo la vittoria di Gojo era prevedibile una loro qualificazione, fatto sta che si sono guadagnati la finale"