Ashleigh Barty riflette: "Le voci su Naomi Osaka mi hanno scosso"



by   |  LETTURE 3441

Ashleigh Barty riflette: "Le voci su Naomi Osaka mi hanno scosso"

Ashleigh Barty ha vissuto un'annata particolare decidendo di disputare solo alcuni dei tornei di questa stagione. La tennista australiana ha concluso la stagione da numero uno al mondo per il terzo anno consecutivo mostrando ancora una volta il suo valore.

Attraverso i microfoni di Code Sports la tennista ha parlato di come ha sofferto le critiche del passato riguardo il fatto che in tanti auspicavano un sorpasso di Naomi Osaka ai suoi danni quando la nipponica vinse gli Us Open 2020 e gli Australian Open 2021.

Il ranking congelato infatti aveva 'aiutato' la Barty a conservare la prima posizione ed erano in tanti tra i tifosi di tennis a criticare il mandato sorpasso. Nel corso di un'intervista la Barty ha spiegato: "Mantenere di nuovo la posizione e finire il 2021 alla prima posizione Mondiale è qualcosa di cui sono incredibilmente orgogliosa dopo una stagione così impegnativa e sicuramente insolita"

La tennista ha poi continuato: "Ho passato cosi tanto tempo sulla strada, aver chiesto alle persone che amo e ammiro di sostenermi e fare sacrifici, certamente per noi è un traguardo da festeggiare. Quando ripenso a questa stagione credo che ci sono state quattro parti fondamentali per mantenere la vetta della classifica.

Allo stesso tempo sentivo che la gente si chiedeva se meritassi la prima posizione dato che Naomi Osaka aveva vinto un paio di tornei del Grande Slam in successione. Probabilmente era la prima volta che mi sentivo un po' scossa e volevo fare una dichiarazione sul campo che riguardasse la cosa"

Ashley Barty e le sue parole dopo il Miami Open

In questa stagione la tennista australiana Ashleigh Barty ha vinto il Masters 1000 di Miami a Marzo e pochi mesi dopo ha conquistato il secondo Slam in carriera a Marzo.

Barty non ha giocato gli Us Open ed ha saltato le Finals di fine anno ma nonostante ciò ha concluso la stagione in vetta alla classifica: "A Miami ho capito che al di là di difendere i titoli il mio obiettivo era difendere la prima posizione in classifica, per me era davvero molto importante"