Fognini: "Ho ancora il fuoco dentro. Spero di vincere la Davis"



by   |  LETTURE 1396

Fognini: "Ho ancora il fuoco dentro. Spero di vincere la Davis"

Per l’Italia di Filippo Volandri sarà importante sfruttare tutta l’esperienza di Fabio Fognini. Il ligure ha sempre espresso il suo miglior tennis in Coppa Davis e darà sicuramente il suo contributo anche nel corso di questa edizione, che vedrà gli azzurri giocarsi l’accesso ai quarti di finale a Torino.

Volandri potrà contare su un’ottima squadra nonostante l’assenza di Matteo Berrettini, che ha dovuto dare forfait a causa dell’infortunio agli addominali subito alle ATP Finals. Oltre a Fognini, ci saranno infatti Jannik Sinner, Lorenzo Sonego, Lorenzo Musetti e Simone Bolelli.

Fognini crede molto nelle potenzialità del team azzurro e non vede l’ora di scendere in campo.

Fognini: "Ho ancora il fuoco dentro. Spero di vincere la Davis"

“Per la Coppa Davis sono sempre a disposizione.

Lo ero con Barazzutti e lo sono anche ora con capitan Volandri. Potrei giocare sia il singolare che il doppio. Chiaramente l’interesse della squadra viene prima di tutto: se Filippo mi chiamerà in causa ci sarò e, se vincerò, ancora meglio" , ha spiegato Fognini in un'intervista esclusiva rilasciata al quotidiano "La Stampa"

Io e Musetti ci consociamo bene e ci alleniamo spesso insieme. Con Sinner, invece, sto approfondendo molto in questi giorni il rapporto: mi ricorda un po’ Seppi per come sa gestire le emozioni, è un giovane vecchio.

Anche per Sonego sarà una prima volta e per lui sarà particolarmente emozionante, visto che gioca nella sua città: vedremo come riuscirà a gestire quella che è un’arma a doppio taglio.

Ha fatto meglio di me in questa stagione, se giocherà lui sarà giusto così. Stati Uniti e Colombia? Il girone sarà molto duro, penso che la sfida d’esordio con gli Stati Uniti determinerà molto per la classifica finale.

Questo format non mi piace assolutamente, la vecchia Coppa Davis era un’altra cosa. Spero di poter vincere questo trofeo prima della fine della mia carriera. Finché lo meriterò, sarò sempre a disposizione della squadra.

Il 2021 non è andato bene per me, ma sono determinato a tornare in alto nel ranking, ho ancora il fuoco dentro” .