Carlos Alcaraz parla del suo 2021 e della Coppa Davis: "Tutto questo è un sogno"



by   |  LETTURE 1321

Carlos Alcaraz parla del suo 2021 e della Coppa Davis: "Tutto questo è un sogno"

Finita ufficialmente la stagione Atp con le Atp Finals, i tennisti sono pronti per l'ultimo atto della stagione, ovvero la Coppa Davis 2021. Una delle nazioni più attese è senza dubbio la Spagna guidata da Sergi Bruguera, che, nonostante l'assenza della stella Rafael Nadal, è una delle nazioni più attese per l'evento.

Tra i convocati della Spagna si nota il nome di Carlos Alcaraz, diciottenne talento, probabilmente il più grande in ottica mondiale, che potrebbe fare ill sio debutto in competizione. Alcaraz è intervenuto in conferenza stampa ed ha discusso di tanti temi riguardo questo 2021.

Alcaraz ed il suo debutto in Coppa Davis

Il giovane spagnolo ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Essere qui e rappresentare per la prima volta la Spagna significa davvero molto per me. È un sogno che avevo fin da bambino e realizzarlo a soli 18 anni è davvero speciale.

Tutti i miei colleghi sono grandi professionisti cosi come lo è stato Sergi Bruguera. Spero di poter imparare da loro in tutti i campi. Nel corso della mia vita ho visto vari match speciali di Coppa Davis, ma ricordo la sfids di anni fa a Valencia tra Kohlschreiber e David Ferrer, vidi quell'incontro dal vivo e rimasi entusiasta dell'apporto del pubblico.

Li ho capito che un giorno volevo partecipare a questa competizione" Lo spagnolo ha poi parlato del suo 2021: "È stato un anno molto buono, sono cresciuto tanto ma alla fine è trascorso solo un anno.

Non mi aspettavo questa maturazione e sono rimasto sorpreso dalla convocazione" La Spagna dovrà subito affrontare un big match nel girone contro la Russia: "Sarà una sfida difficile perché si qualifica solo la squadra migliore deo girone, la Russia ha una grande squadra ma confido nel nostro team e credo che abbiamo una grossa chance per fare qualcosa di straordinario in questa Coppa Davis"

Alcaraz ha rivelato anche del rapporto di Juan Carlos Ferrero: "Mi ha raccontato aneddoti su quando giocava in Coppa Davis, questo è un altro motivo per cui ero entusiasta di giocare. Mi ha detto di giocare e divertirmi, senza pensare ad altro. Sarà importante tenere i nervi ben saldi"