Cervara: "Medvedev? Vuole sempre vincere. Non è cambiato dopo gli US Open"



by   |  LETTURE 1346

Cervara: "Medvedev? Vuole sempre vincere. Non è cambiato dopo gli US Open"

Daniil Medvedev disputerà per il secondo anno consecutivo la finale del Torneo dei Maestri, il più prestigioso evento del Tour ATP. Il russo ha sconfitto nettamente in semifinale Casper Ruud giocando una partita impeccabile dal punto di vista fisico e mentale.

Il numero due del mondo ha mostrato un ottimo rendimento al servizio e non ha concesso nemmeno una palla break a Ruud. “Ho giocato contro avversari diversi questa settimana ma sono riuscito a tenere un bel livello di gioco contro tutti” , ha detto Medvedev nell’intervista post-partita.

“Non vedo l’ora di giocare la finale domani sperando di riuscire a continuare così e imporre il mio tennis, ma la finale sarà una bella battaglia” .

Cervara su Medvedev: "Vuole sempre vincere"

Uno dei segreti di Medvedev è sicuramente Gilles Cervara, il suo storico allenatore.

Il francese ha rilasciato un’interessante intervista ai microfoni dell’ATP. “Le cose non sono cambiate dopo la finale vinta agli US Open. Proviamo sempre a fare il massimo. Questo è il nostro obiettivo.

Ci sono sempre delle cose da migliorare nel tennis. Ho sentito molte volte Rafael Nadal dire: ‘Devo migliore questo ecc. ‘ . Ho realizzato che lo stesso vale per noi. Ovviamente i dettagli diventano sempre più importanti.

Medvedev affronta Novak Djokovic sempre in partite importanti? È vero. Prima della finale di Parigi, ci aspettavamo che Novak avrebbe cambiato qualcosa nel suo gioco e lo ha fatto. Ho letto spesso che Agassi ha migliorato Sampras e viceversa.

Lo stesso discorso vale per Daniil e Novak. Quando affronti giocatori così, dopo ogni partita provi a trovate delle soluzioni per risolvere il problema” . Cervara si è poi soffermato sulle ATP Finals. “Vincere non ha cambiato nulla.

Questo significa che vogliamo sempre vincere nuovi tornei. È normale per questi tennisti. Quando scendono in campo cercano sempre di fare del proprio meglio, di trovare il colpo migliore e di vincere la partita. È il loro lavoro.

Obiettivo numero uno il prossimo anno? È un obiettivo, non c’è niente di male a pensare di poterlo realizzare. Se vinci più partite degli altri, diventerai il numero uno. È un percorso naturale.

Finire bene l’anno è importante, perché ti permette di partite con fiducia il prossimo. Daniil è migliorato molto nel 2021. Ci sono molte cose positive sia dal punto di vista fisico che mentale. Come essere in grado di giocare a questo livello settimana dopo settimana.

Come esprimersi con continuità per tutto l’anno, anche durante la stagione sulla terra” .