Casper Ruud 'chiama a raccolta' gli italiani ed avvisa Medvedev



by   |  LETTURE 2146

Casper Ruud 'chiama a raccolta' gli italiani ed avvisa Medvedev

Dopo una battaglia di oltre due ore e venti, è Casper Ruud che riesce a spuntarla in rimonta su Andrey Rublev col punteggio di 2-6 7-5 7-6 (5) e a qualificarsi per le semifinali delle ATP Finals di Torino. Il norvegese affronterà Medvedev in una sfida che lo vede sicuramente sfavorito (il russo è avanti 2-0 nei precedenti), ma in cui proverà comunque a metterlo in difficoltà.

In conferenza stampa Ruud ha commentato la partita con Rublev, oltre che parlare anche dell’imminente semifinale contro l’altro russo Medvedev.

Ruud: “In semifinale spero di avere il pubblico dalla mia parte”

Il tennista classe ‘98 ha analizzato il successo su Rublev, in cui entrambi i giocatori hanno tirato un alto numero di vincenti (39 a 33 a favore del norvegese) e gli scambi sono spesso stati prolungati.

Il norvegese col successo in tre set sul russo, ha allungato a 11 la striscia di partite vinte consecutivamente al set decisivo, a testimonianza che il tennista 23enne è capace di rimanere in partita fino all’ultimo punto.

Vittoria dovuta anche alla solita buona resa al servizio di Ruud, il quale ha rivelato: “Ci ho lavorato molto da Parigi perché sapevo che sarebbe stato molto importante qui con i campi veloci e la difficoltà di servire senza”.

Riguardo alla semifinale con Medvedev, in cui Ruud parte sfavorito, il tennista norvegese sa di aver bisogno di un’ottima prestazione, oltre che del tifo dalla sua parte: “Spero di avere un pò di pubblico dalla mia parte perché sto giocando contro il n.

2 del mondo e lo apprezzerei” ha scherzato il tennista numero 8 del ranking ATP. “Negli ultimi due o tre anni ha dimostrato che appartiene ai migliori giocatori del mondo ed è per questo che il mio compito sarà quello di cercare di sorprenderlo e ovviamente cercare di batterlo.

Non sarà facile, ma ha avuto qualche difficoltà in alcune partite durante questo torneo. Spero di poter trovare un modo per forzare i suoi errori”. ha poi aggiunto Ruud, determinato ad ottenere la finale alla sua prima apparizione alle Finals.

Umore completamente opposto quello di Andrey Rublev, capace di farsi rimontare da una situazione di un set ed un break di vantaggio. “È davvero difficile parlare in questo momento. Non ho molto da dire. È un momento molto difficile che spero di poter superare.

Devo imparare la lezione e migliorare per la prossima” ha detto Rublev, evidentemente deluso. Il russo ha sofferto la tensione e non è stato capace di mantenere lo stesso livello di gioco del primo set nell’arco di tutta la partita. Rublev ha infine lodato il dritto di Ruud, definendolo uno dei migliori del circuito.