Il sogno di Carlos Alcaraz: "Vorrei diventare il numero uno"



by   |  LETTURE 2922

Il sogno di Carlos Alcaraz: "Vorrei diventare il numero uno"

Tra le sorprese di questa intensa stagione è impossibile non considerare l’exploit di Carlos Alcaraz. Il giovane talento spagnolo ha mostrato tutto il suo talento e ha vinto il suo primo torneo a Umago battendo nettamente in finale Richard Gasquet.

La vittoria dell’evento croato ha permesso ad Alcaraz di conquistare la top 50( oggi è il numero 35 del ranking ATP, ndr) e di partecipare senza passare per le qualificazioni ai più importanti tornei del circuito maggiore.

La più alta affermazione per l’allievo di Juan Carlos Ferrero è arrivata agli US Open, quando si è spinto fino ai quarti di finale eliminando con due fantastiche prestazioni Cameron Norrie e Stefanos Tsitsipas.

Alcaraz sarà la stella delle Next Gen ATP Finals di Milano ed è stato inserito nel Gruppo A insieme a Brandon Nakashima, Juan Manuel Cerundolo e Holger Rune. Il Gruppo B sarà invece formato da Sebastian Korda, Lorenzo Musetti, Sebastian Baez e Hugo Gaston.

Sarà possibile seguire le Next Gen Finals su Sky Sport e SuperTennis. “Carlos sta lavorando molto duramente. All’inizio giocava solo una volta al giorno, poi abbiamo deciso di intensificare il lavoro. Accetta tutto quello che gli dico, e questo è davvero bello per me” , ha detto Ferrero al sito ufficiale dell’ATP.

Alcaraz, da parte sua, ha spiegato: “Mi allena con molta intensità. Devo allenarmi ogni giorno al 100% con lui. Mi ha insegnato il modo giusto per allenarmi bene” . Alcaraz ha sconfitto due top ten nelle ultime settimane: Matteo Berrettini a Vienna e Jannik Sinner al Masters 1000 di Parigi-Bercy.

“La mentalità fa la differenza in queste sfide. Quando affronti un top ten, capisci che loro giocano ogni punto con la stessa intensità. Sono pronto per appartenere a questa categoria di giocatori. Voglio raggiungere buoni risultati nel Tour ATP e nei tornei del Grande Slam. I miei più grandi obiettivi? Vorrei vincere uno Slam e diventare il numero uno del mondo” .