Bublik rivela: "Mi sveglio alle 11, mangio e mi godo il tempo libero"



by   |  LETTURE 11021

Bublik rivela: "Mi sveglio alle 11, mangio e mi godo il tempo libero"

Alexander Bublik è sicuramente uno dei tennisti più divertenti e spettacolari del Tour ATP. Il giocatore kazako riesce sempre ad intrattenere il pubblico grazie al suo stile di gioco fatto di colpi fuori dal normale e incredibili vincenti.

L’attuale numero 36 del mondo non rilascia mai interviste banali e alla Gazzetta dello Sport si è raccontato senza filtri.

Bublik si racconta: "Ritengo di essere molto fortunato"

"Ritengo di essere molto fortunato perché riesco a conciliare molto tempo libero e allo stesso tempo fare la cosa che preferisco.

Mi sveglio con calma intorno alle 11, mangio e mi godo un po’ di tempo libero. Comincio il mio allenamento intorno alle 15 con una sessione di riscaldamento di un’ora, seguita poi da due ore sul campo da tennis" , ha spiegato Bublik.

"Nelle settimane precedenti ai tornei il mio allenamento si incrementa, per arrivare pronto ai match" . Bublik ha poi parlato della sua alimentazione e svelato un curioso aneddoto. "Ho una mia idea precisa riguardo a questa domanda: più che dieta e mangiare sano, penso sia importante mangiare qualcosa che ti piace.

Ovviamente non parlo di cibo spazzatura tutti i giorni, sarebbe impossibile per chiunque, figuriamoci per un atleta. Credo, però, che una dieta equilibrata mangiando ciò che ti piace sia la giusta via per renderti felice ed è anche quella più importante.

Nella mia esperienza, seguire una dieta che non ti piace solo per ottenere prestazioni migliori, non solo è dannoso per il corpo, ma soprattutto per la mente. Mens sana in corpore sano" . Il kazako ha disputato questa settimana il Masters 1000 di Parigi.Bercy, ma ha purtroppo dovuto fare i conti con alcuni problmei fisici nel corso del secondo turno contro Casper Ruud.

Bublik è riuscito a passare in vantaggio due volte nel corso del primo set, ma è stato poi costretto a subire il ritorno del suo avversario. Il norvegese, in corsa per un posto alle ATP Finals di Torino, ha ritrovato i suoi colpi nella parte finale del primo set e ha poi imposto il suo dominio agli scambi nel secondo.