Becker: "Emma Raducanu ha bisogno di fare questa scelta importante per il futuro"



by   |  LETTURE 2481

Becker: "Emma Raducanu ha bisogno di fare questa scelta importante per il futuro"

La giovane tennista britannica Emma Raducanu continua a far discutere. La tennista ha realizzato la più grande impresa di questa stagione vincendo partendo dalle qualificazioni gli Us Open e sbalordendo sia gli addetti ai lavori che l'intero circuito Wta.

Dopo la vittoria la tennista sta vivendo, ormai da qualche tempo, delle difficoltà. Prima la Raducanu ha annunciato di aver chiuso la collaborazione con il suo storico manager e poi ha affrontato in malo modo due tornei.

Prima è uscita nettamente nel primo match disputato ad Indian Wells e poi ha affrontato i Quarti di finale qui a Cluj dove ha realizzato solo tre game contro l'altra giovanissima Kostyuk.

Le parole di Boris Becker su Emma Raducanu

L'ex numero uno del mondo, il campione tedesco Boris Becker, ha affermato che per la Raducanu sarà importante fare una determinata scelta sul prossimo coach della giovanissima atleta.

Becker ha sottolineato che quello che è riuscito quest'anno ad Emma riesce a ben pochi. Ecco le sue parole nello specifico, al podcast Das Gelbe Vom Ball: "È tutto davvero particolare quando devi cercare un coach e posso capire la situazione di Emma.

Vincere uno Slam da adolescente è una cosa che riesce davvero a pochi, è quasi impossibile e posso quindi comprendere il momento della Raducanu. Ora sta vivendo cosi, ma credo che debba concentrarsi alla ricerca di un vero coach.

Sarebbe importante per lei avere una persona con grande esperienza, qualcuno che ha già allenato giocatori di livello mondiale. Per me è questo il prossimo step di cui ha bisogno per raggiungere continuità nelle sue performance.

Lei ora si pone la domanda, chi è il mio mentore? Chi mi proteggera'?" La Raducanu è stata letteralmente annientata dalla Kostyuk, vittoriosa con un chiaro 6-2 ;6-1. L'ucraina ha parlato affermando che ha visto le prime due gare della Raducanu e man mano ha analizzato i punti deboli dell'avversaria, situazione che magari non hanno fatto tutti in questo periodo.