Tiafoe risponde a Sinner e svela l’obiettivo per la finale di Vienna



by   |  LETTURE 6467

Tiafoe risponde a Sinner e svela l’obiettivo per la finale di Vienna

Lo ‘scherzetto’ è riuscito perfettamente, a cascarci in pieno è stato Jannik Sinner. Frances Tiafoe, con maestria e grande bravura, è stato capace di rimontare un passivo pesante e di raggiungere la finale dell’Atp 500 di Vienna.

Lo statunitense, sotto di un set e addirittura di un break nel secondo parziale, ha cominciato a giocare da grande, portare il pubblico dalla sua parte e far perdere il controllo assoluto del match di semifinale all’azzurro.

Un compito perfettamente riuscito, con l’altoatesino che ha rivisto la stessa scena degli Us Open con Monfils, soltanto che il risultato questa volta non l’ha premiato. Importante riconoscere i meriti dell’americano, oltre allo ‘show’, abile a trasformarsi all’improvviso e a giocare una sfida spaziale, trovando più volte angoli impossibili e neutralizzando l’ottimo piano partita del talentuoso 20enne, che non ha saputo ottenere il secondo break di vantaggio e ha fallito anche l’occasione di servire per chiudere la contesa.

La polemica in conferenza stampa

Davanti ai media, il nuovo numero 9 del mondo ha attaccato i comportamenti del 23enne, che secondo lui hanno superato il limite e non sono stati rispettosi (facendo esempi). Immediata la risposta dello statunitense: “È stata una lunga settimana per me.

Ho cercato di divertirmi e di coinvolgere la folla, ho provato a capire se si sarebbe innervosito un po' So come portare gli spettatori dietro di me, poche battute e cose del genere, e poi ho iniziato a giocare in modo incredibile.

Il pubblico sugli spalti ha fatto la differenza” le parole raccolte dall’Atp. In finale dovrà vedersela con un solidissimo Alexander Zverev, campione olimpico, che ha chiuso subito la pratica Carlos Alcaraz.

L’obiettivo dello statunitense è chiaro: “Sarà affrontare questa partita. Ho giocato un ottimo tennis per tutta la settimana e ora voglio vincere la competizione" ha aggiunto e concluso. Tiafoe avrà l'opportunità di rientrare nuovamente nelle prime 35 posizioni del ranking mondiale.

Prima però dovrà "dimostrare di valerla", battendo il 24enne tedesco, in formissima e pronto a dare battaglia con i più forti a Parigi-Bercy ma soprattutto alle attesissime Finals di Torino. La gara è in programma domenica 31 ottobre, non prima delle ore 14.