Zverev si gode la sua 300esima vittoria nel tour



by   |  LETTURE 2606

Zverev si gode la sua 300esima vittoria nel tour

Alexander Zverev incastona un'autentica perla nello scenario della sua carriera. Con il successo (seppur sofferto) di ieri a Vienna contro Alex De Minaur, il tedesco ha infatti centrato la sua vittoria numero 300 nel tour.

Un traguardo straordinario per il 24enne di Amburgo, numero 4 del mondo e oro olimpico quest’anno a Tokyo. “Ho iniziato nel tour quando avevo 16 anni e ora, avendo 24 anni, sono ancora abbastanza giovane, quindi sono abbastanza felice di avere questo risultato in una fase iniziale della mia carriera", ha detto Zverev ad ATPTour.com.

“Speriamo che ce ne siano molti altri in arrivo” . Chissà che il prossimo non possa essere proprio contro Felix Auger-Aliassime, suo avversario all’Erste Bank Open di Vienna per un posto in semifinale (il vincente affronterà uno tra Alcaraz e Berrettini).

Zverev: “È un traguardo enorme per me”

La prima vittoria di Alexander Zverev nel tour risale al 2014 quando sulla terra casalinga di Amburgo rifilò un netto 6-0 6-2 a Robin Haase. Da quel momento è iniziata la scalata di 'Sascha' che ha posto in bacheca ben 17 trofei di cui uno particolarmente prestigioso come le ATP Finals del 2018.

Zverev che oggi ha un bilancio vittorie/sconfitte pari a 300 su 138, equivalente cioè al 68,3%, il che lo pone al sesto posto tra i giocatori in attività dietro solo a Novak Djokovic (83,2%), Rafael Nadal (83,1%), Roger Federer (82%), Andy Murray (76,5%) e Juan Martin del Potro (71,7%) .

“Questo è sicuramente un enorme traguardo per me” ha dichiarato il tedesco nell’intervista di fine partita contro De Minaur. “La [vittoria] più memorabile è la prima contro Haase ad Amburgo quando avevo 17 anni.

[Direi anche la mia] prima vittoria contro Roger ad Halle, perché era anche in Germania, e penso la prima vittoria del torneo contro Stan [Wawrinka] a San Pietroburgo [nel 2016]. La seconda testa di serie a Vienna è stata chiamata agli straordinari per eliminare De Minaur.

Sono stati necessari 17 ace e l'89% dei punti vinti con la prima di servizio per raggiungere i quarti di finale dell’Erste Bank Open. “Ho perso troppe occasioni nel secondo set, non posso farlo. Stavo correndo forse un po' troppo.

Ho fatto troppi errori non forzati e il merito va ad Alex perché ha alzato il suo livello”, ha detto Zverev. “Ha visto la sua occasione e l'ha usata, quindi credito a lui. Ma nel terzo set l'ho ripreso di nuovo e sono felice che sia andata a modo mio” .