Dal ‘volo’ ritardato alle sue seconde Finals: Berrettini si racconta



by   |  LETTURE 2125

Dal ‘volo’ ritardato alle sue seconde Finals: Berrettini si racconta

Matteo Berrettini non può più essere considerato una sorpresa agli occhi degli appassionati di tennis di tutto il mondo. Anzi, a non reputarlo alla stregua dei più forti si commetterebbe un grosso errore.

‘The Hammer’, come viene soprannominato per via della potenza dei suoi colpi, è ormai da lungo tempo un elemento fisso dei primi dieci del ranking e lì non ci finisci, e soprattutto non ci resti, per caso né per fortuna.

Il 2021 è stato un anno particolarmente fruttuoso per il 25enne romano, che a distanza di poche settimane ha portato a casa l’ATP ‘500’ del Queen’s – titolo più prestigioso fin qui della sua carriera – e la finale di Wimbledon, risultato mai centrato da un italiano in 134 anni di storia del torneo.

E finisce per esserlo ancor di più con la qualificazione alle sue seconde Nitto ATP Finals dopo quelle di due anni fa, diventata ufficiale grazie al successo di primo turno a Vienna contro Popyrin.

Berrettini: “Sono un uomo diverso rispetto a due anni fa”

La straordinaria annata vissuta ha portato Matteo Berrettini a occupare la casella numero 7 della classifica mondiale e 6 nella ‘Race to Turin’, dove con i suoi attuali 4.045 punti si è assicurato la presenza alle Nitto ATP Finals per la seconda volta in carriera, altro evento mai verificatosi nella storia del tennis italiano: “Ora sono un uomo e un giocatore diverso rispetto a quello di due anni fa − ha detto il romano −.

Ho imparato molte cose, anche dalle sconfitte e dalle delusioni, e con loro sono cresciuto” . E a proposito di delusioni, Berrettini ha ripercorso i momenti più difficili della sua carriera, quando le numerose noie fisiche ne hanno ritardato la scalata cominciata nel 2019: “Mi hanno insegnato ad avere pazienza − sottolinea il numero 1 italiano −.

Che alcune cose della vita vanno semplicemente accettate e non possono essere cambiate, mi hanno insegnato che non ci vuole fretta” . Berrettini che oggi scenderà in campo per il match di secondo turno all'Erste Bank Open di Vienna contro il georgiano Basilashvili, finalista a Indian Wells lo scorso 18 ottobre.