Carlos Alcaraz: "Coppa Davis? È un sogno che si avvera"



by   |  LETTURE 1574

Carlos Alcaraz: "Coppa Davis? È un sogno che si avvera"

Grazie alla straordinaria cavalcata newyorkese e al suo immenso talento, Carlos Alcaraz è diventato il più giovane tennista a raggiungere i quarti di finale degli US Open nell’era Open. Lo spagnolo ha dovuto fronteggiare molte difficoltà, ma questo non gli ha impedito di stupire tutti e battere avversari del calibro di Cameron Norrie e Stefanos Tsitsipas.

Alcaraz è attualmente il numero 42 del ranking ATP e già in questa stagione ha mostrato tutto il suo potenziale; una stagione che gli ha visto conquistare il suo primo titolo nel circuito maggiore ad Umago. Per il 18enne di Murcia è arrivata un’altra bellissima notizia nelle ultime ore.

Alcaraz farà infatti parte del team spagnolo alla prossima edizione della Coppa Davis. La Spagna potrà contare in singolare anche sulla sua imprevedibilità, oltre che schierare giocatore esperti del calibro di Pablo Carreno Busta e Roberto Bautista Agut.

In doppio, invece, Sergi Bruguera si affiderà a Feliciano Lopez e Marcel Granollers.

Alcaraz sulla Coppa Davis: "È un sogno che si avvera"

Dopo la vittoria ottenuta contro Daniel Evans al primo turno del torneo ATP 500 di Vienna, Alcaraz ha dichiarato: “Convocazione alle Fasi Finali di Coppa Davis? È un sogno che si avvera.

Sono molto contento che il capitano si fidi di me e mi abbia chiamato per unirmi alla squadra . Sappiamo che Rafael Nadal non ci sarà, ma anche così abbiamo una grande squadra e l'opportunità di vincere la Coppa Davis" .

Sul match contro Evans ha poi aggiunto: "Mi sentivo molto bene in campo. Non sono abituato a giocare su campi indoor, ma sono felice di aver battuto un grande rivale. È incredibile guadagnare esperienza in un torneo importante e prestigioso come questo" .

Agli ottavi di finale, Alcaraz affronterà per la seconda volta in poche settimane l'ex numero uno del mondo Andy Murray. Lo scozzese è riuscito a batterlo in tre set al Masters 1000 di Indian Wells e cerherà di ripetersi in Austria.