Sonego e l'obiettivo Finals: "Mi serve un salto di qualità mentale"



by   |  LETTURE 1610

Sonego e l'obiettivo Finals: "Mi serve un salto di qualità mentale"

Tra i tanti tennisti che faranno parte della squadra italiana di Coppa Davis quest’anno, è impossibile non menzionare Lorenzo Sonego. Il giocatore piemontese ha vissuto una delle migliori stagioni della sua carriera; una stagione in cui ha vinto il torneo ATP 250 di Cagliari e raggiunto per la prima volta le semifinali in un evento Masters 1000.

Lo ha fatto agli Internazionali BNL d’Italia esprimendo un tennis di altissimo livello e arrendendosi solo al terzo set contro Novak Djokovic, che nei tornei del Grande Slam ha vinto 27 partite su 28 nel 2021. Le grandi prestazioni hanno portato Sonego fino alla 21esima posizione del ranking ATP( oggi è il numero 24 del mondo, ndr) e alzato le aspettative sul suo futuro.

Sonego: "Per un torinese come me le Finals in casa sono incredibili"

In un'intervista esclusiva all'ANSA, Sonego ha parlato delle ATP Finals, che si giocheranno nella sua città fino al 2025.L'azzurro spera di affermarsi con più continuità nelle prossime stagioni e di staccare il pass per il Torneo dei Maestri per vivere quella che potrebbe diventare la sua più emozionante esperienza sportiva.

"Per un torinese come me le Finals in casa sono incredibili, rappresentano uno stimolo per arrivare a un livello da top-10. Ho già battuto dei top-10 nel recente passato ma per raggiungere una classifica del genere devo trovare più continuità, riuscire a batterli ogni settimana, incontro dopo incontro.

Mi serve un salto di qualità mentale. Torino di Juric? Il lavoro che sta facendo Juric sulla squadra mi piace molto, abbiamo tanti giocatori nuovi e sono convinto che questo diventerà un progetto importante. Belotti? Lui è difficile da sostituire, è un giocatore fondamentale per noi.

Perderlo, da tifoso, sarebbe difficile da accettare" . Sonego ha partecipato sia in singolare che in doppio al Masters 1000 di Indian Wells. Nel primo caso è uscito al primo turno contro Kevin Anderson; nel secondo si è invece spinto ai quarti di finale insieme a Fabio Fognini.