Cameron Norrie: “Vi svelo il mio obiettivo numero uno”



by   |  LETTURE 3117

Cameron Norrie: “Vi svelo il mio obiettivo numero uno”

Il ventiseienne Cameron Norrie ha vinto il trofeo più importante della sua carriera la scorsa domenica ad Indian Wells, Stati Uniti, dove ha sollevato il suo primo trofeo Masters 1000 grazie alla vittoria ottenuta in tre set contro il georgiano Nikoloz Basilashvili.

Prima di questo evento, il britannico aveva trionfato solo a Los Cabos e raggiunto la finale in altri cinque eventi del Tour (Auckland, Cascais, Lione, Queen’s e Lione). Fuori dai primi 70 giocatori all’inizio della stagione, Cameron occupa attualmente il 16 posto del ranking ATP ed è ancora in corsa per ottenere un posto alle Finals di Torino.

Norrie non si pone limiti

In una nuova intervista rilasciata al Telegraph, Norrie ha svelato: “L’obiettivo finale è diventare il numero uno del mondo. Tutti nella mia squadra stanno spingendo nella stessa direzione.

È un obiettivo chiaramente difficile da raggiungere e ho ancora molta strada di fronte a me. Ma con il mio team ci poniamo grandi aspettative e faremo tutto il possibile per raggiungerle”. Ad oggi, il miglior risultato di Cameron in un appuntamento del Grand Slam è il terzo turno, disputato in tutti e quattro i Major.

Agli ultimi Us Open ha perso nella prima partita contro il giovane Carlos Alcaraz, che lo ha battuto con il punteggio di 6-4 6-4 6-3. L’ultimo tennista britannico capace di conquistare la vetta della classifica mondiale è stato naturalmente Andy Murray, che ha occupato il gradino più alto del ranking per un totale di 41 settimane.

Lo scozzese, 34 anni compiuti a maggio, ha superato l’americano Frances Tiafoe ad Anversa con il difficile punteggio di 7-6 6-7 7-6, staccando un biglietto per la sfida con Diego Schwartzman. L’ex numero uno del mondo Rafael Nadal, campione quest’anno a Roma, ha fatto sapere di tornare sul circuito solamente nel 2022: una decisione simile a quella di Roger Federer, che ha dovuto subire una nuova operazione chirurgica.

Per quanto riguarda Novak Djokovic, il serbo rischa di non poter difendere il suo trionfo a Melbourne nei prossimi mesi non essendo vaccinato. Photo Credit: Sportitalia.it