Paula Badosa parla del problema della depressione del tennis e di come l'ha superata



by   |  LETTURE 3409

Paula Badosa parla del problema della depressione del tennis e di come l'ha superata

Paula Badosa avrà a 23 anni una grande chance per la vittoria del titolo ad Indian Wells quando affronterà la tennista Victoria Azarenka. Per conquistare il titolo la bella spagnola ha dovuto affrontare un tabellone temibilissimo e finora ha battuto tenniste come la Yamstreska, Cori Gauff, la Krejcikova, Kerber ed infine la Jabeur in semifinale.

Una raggiante Badosa ha parlato in conferenza stampa esprimendo le sue sensazioni: "È stato un match molto difficile, Ons ha giocato davvero bene e con molta fiducia, la conoscevo bene e sapevo che è una tennista molto solida ed allo stesso tempo molto aggressiva, la combinazione giusta.

Allo stesso tempo credo di aver giocato davvero bene e questo è il motivo per cui ho vinto la partita"

Paula Badosa sulla sua carriera

Proseguendo la tennista ha parlato cosi: "Sono davvero molto emozionata di aver raggiunto la finale, ancora non ci credo ed è una sensazione incredibile essere qui.

Vika si è tante volte trovata in questa situazione, sicuramente ha più esperienza di me e questa sarà una gara molto difficile. Io sto giocando bene, con fiducia e cercherò di fare del mio meglio per vincere.

Roland Garros 2015? È diverso, li ero giovanissima e non sapevo neanche cosa fosse davvero il tennis a quel tempo, per me era tutto nuovo. Ora, dopotutto, sto dimostrando che appartengo a questo mondo, lavoro duramente ed ho vissuto tanti alti e bassi in questi anni, ora sono in finale ed è reale.

La depressione? È importante condividere questo messaggio, vedo che anche altri atleti hanno passato e stanno passando questo momento, non sono l'unica ad aver sofferto di depressione. Siamo in uno sport molto duro e la depressione è davvero difficile ma capita spesso qui.

Quando sono triste penso a situazioni come queste e quelle che vivrò, non posso crederci e ora sarò in finale dopo aver sfidato campionesse come la Kerber o come l'Azarenka stessa nel tennis" Sulla rivale ha concluso: "Ho visto molte sue partite, ha vinto molto e so che è un avversario molto dura da battere, sarà difficile ma mi piacciono questo tipo di sfide"