Joyce critica Emma Raducanu sul cambio allenatore



by   |  LETTURE 2602

Joyce critica Emma Raducanu sul cambio allenatore

Michael Joyce, ex coach della russa Maria Sharapova, è molto scettico della decisione presa da Emma Raducanu di separarsi dal suo allenatore Andrew Richardson, la settimana dopo il trionfo storico agli Us Open, ultimo torneo del Grande Slam del 2021.

La britannica ha preso una scelta forte e coraggiosa, spiegando che il motivo principale è stato il desiderio di avere un allenatore con più esperienza ai massimi livelli del circuito Wta. Lo statunitense ha parlato ed espresso dei dubbi riguardo al ragionamento dell’appena 18enne nata a Toronto (in Canada), che ha portato al licenziamento del 47enne inglese, in un’intervista rilasciata a The Sun.

Le opinioni di Joyce

"Non mi sono piaciute le dichiarazioni in merito. Se hai un buon trainer e funziona bene, allora penseresti di restare con lui. Perché dovresti volere un allenatore di grande nome? È una grande giocatrice ma sarà un lavoro duro per il successore, poiché le aspettative sono alte.

Se andrà agli Australian Open l'anno prossimo e uscirà presto, la gente dirà che è a causa dell'allenatore" ha affermato. Il rapporto con l’ex atleta Sharapova: “Conoscevo Maria da molto tempo prima di seguirla, dato che ero il suo partner di battuta.

Ci siamo conosciuti, stavamo facendo un viaggio. È dura per chiunque venga e lavori con Emma, perché non avranno quella relazione e saranno sottoposte a molti controlli" ha sottolineato. Poi ha concluso, con un invito particolare rivolto alla nuova regina di New York: "I giocatori possono avere un periodo positivo, entrare in una zona e una bolla in cui tutto sembra andare bene.

È probabile che ci siano delle fasi alterne con una così giovane, con aspettative alte e uno status di superstar a cui abituarsi. Può solo aiutare Emma a parlare con Maria, quindi la incoraggerei a farlo"

La ragazza classe 2002, dopo una sconfitta prematura a Indian Wells, ha modificato il suo programma di impegni per il finale di annata, ritirandosi dalla competizione 250 di Moscan, nella quale era inizialmente iscritta.