Azarenka: “Sto cercando nuovi modi per essere più efficiente come tennista”



by   |  LETTURE 1186

Azarenka: “Sto cercando nuovi modi per essere più efficiente come tennista”

Non si ferma Victoria Azarenka, 32 anni compiuti a luglio, che nel torneo di Indian Wells ha sconfitto Magda Linette, Petra Kvitova, Aljaksandra Sasnovich e Jessica Pegula senza nemmeno perdere un set, prenotando la sfida di semifinale con la giocatrice lettone Jelena Ostapenko.

Azarenka: “I risultati stanno arrivando”

In un’intervista rilasciata poche ore fa dalla California, Victoria ha detto: “Non direi che sono una giocatrice aggressiva, ma credo sia importante migliorare certi aspetti come la copertura del campo e l’aver bisogno di meno colpi per conquistare i punti.

Stare sulla linea di fondo, contrattaccare e avere un’alta intensità sono cose che hanno funzionato sempre molto bene per me, ma non tutte le volte succede così. Ora il tennis è più impegnativo.

Sto cercando di implementare aspetti che mi rendano un po’ più semplice questo passaggio”. Vika ha quindi discusso del suo risultato ad Indian Wells: “Non credo di guardare a questo torneo come un riferimento alla mia stagione.

Penso che la cosa più importante sia vedere cosa posso fare in questo momento: non sto necessariamente parlando di guardare in avanti, ma qui percepisco come una specie di conforto. I risultati stanno arrivando. Questo è il metro di valutazione, giusto? In quale altro modo puoi misurare i tuoi progressi? Purtroppo, il tennis si basa del tutto sui risultati.

Dopotutto, sono i risultati che determinano quanto hai giocato bene, cosa che a volte può essere complicata”. Circa il suo grande feeling con questo torneo, la bielorussa ha dichiarato: “Mi è sempre piaciuto disputare i grandi eventi e Indian Wells è come il quinto Grand Slam.

Partecipare a questo tipo di tornei mi dà sempre tanta motivazione. Come già detto, certe volte arriviamo qui e diamo per scontato le cose. Due anni e mezzo più tardi sento come se avessi dimenticato quanto sia bello questo posto, quando mi diverta giocare qui”.

Infine, Azarenka ha ricordato: “Per quanto riguarda i miei migliori risultati, sicuramente direi che gli Slam che ho vinto sono la cosa più importante per me. Vincere un Major è stato il mio obiettivo numero uno da quando ho iniziato a giocare a tennis.

E poi la medaglia olimpica, questi sono i due momenti salienti se mi baso esclusivamente sui risultati tennistici. Tuttavia, i momenti migliori sono invisibili, quelli che nessuno vede e che tu puoi superare. Dirò solo che ne ho vissuti del genere nella mia vita, momenti che non hanno nulla a che fare con i risultati e che ho superato, cosa che mi rende molto orgogliosa di me stessa”. Photo Credit: SuperTennis