Fritz entusiasta per la vittoria su Berrettini parla della sfida con Sinner



by   |  LETTURE 1607

Fritz entusiasta per la vittoria su Berrettini parla della sfida con Sinner

Dopo una stagione di alti e soprattutto bassi condizionata dagli infortuni Taylor Fritz è tornato alla grande nel torneo 'di casa' di Indian Wells. Il tennista americano ha battuto Matteo Berrettini abbastanza nettamente, sfruttando la giornata storta del numero uno azzurro e ritrovando la vittoria contro un Top Ten che mancava addirittura dal 2019.

Al prossimo turno affronterà Jannik Sinner ed in caso di vittoria la situazione potrebbe diventare davvero interessante per lui. In conferenza stampa il tennista è apparso raggiante ed ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Era da molto tempo che cercavo un grande risultato in frandi eventi, in passato ho perso partite del genere che sentivo di poter vincere e questa ora è una bella sensazione.

Ho giocato una gara solida ed ho chiuso senza particolari difficoltà. Adesso ho l'opportunità di fare un Quarto di finale o semifinale di un grande evento come Indian Wells ed essendo vicino casa per me è ancora più speciale come cosa.

Come ho recuperato cosi presto dall'infortunio? Ho avuto fortuna, la parola operazione è abbastanza spaventosa per qualsiasi atleta e tra tutte le operazioni che ho subito devo dire che me la sono sempre cavata bene, ho avuto un grande chirurgo ed il mio corpo non ha risentito dell'operazione.

Credo che la dieta ha giocato un ruolo fondamentale in tutto ciò, poi ho fatto molta terapia fisica e duro lavoro, soprattutto a Wimbledon però ho faticato"

Fritz sulle condizioni del campo e su Jannik Sinner

Parlando delle condizioni del campo il tennista a stelle e strisce ha dichiarato: "Le condizioni qui mi piacciono, fa molto caldo e la palla va avanti velocemente perché il clima è secco.

Non mi era capitato spesso di giocare in queste condizioni ma sono a mio agio. È divertente, ci sono tanti scambi e non posso di sicuro lamentarmi per le condizioni. Sinner? È un gran tennista, ci siamo allenati insieme un paio di volte ed era sempre ad alta intensità, mi piace il tipo di palla che mi dà e la velocità con cui gioca, dovrò essere aggressivo e servire molto bene. È importante che giochi colpi molto pesanti"