Krajinovic: “Medvedev non ha debolezze in questo momento”



by   |  LETTURE 2025

Krajinovic: “Medvedev non ha debolezze in questo momento”

Due anni fa la vittoria per 6-3; 6-2 in appena 78 minuti su quello che all’epoca era il numero 15 del mondo, ma quest’anno Filip Krajinovic è chiamato a tutt’altra partita per battere Daniil Medvedev.

Il serbo sarà l’avversario del numero 2 del mondo e campione Slam nel secondo turno del BNP Paribas Open (Indian Wells) e al sito ufficiale dell’ATP Tour ha analizzato tutte le insidie di questa sfida. "È una grande opportunità per me − ha detto Krajinovic − Medvedev sta giocando molto bene"

Da quel confronto andato in scena nel 2019 il russo si è preso la scena del tennis mondiale scalando velocemente la classifica ATP. Quest’anno la ciliegina sulla torta con la conquista degli US Open: “Ha vinto gli US Open, è il miglior giocatore del mondo.

Sono molto entusiasta di giocare contro di lui" , ha proseguito Krajinovic. “Ho già giocato con lui un paio di volte, so come gioca. Sicuramente è il favorito, ma non ho niente da perdere, cercherò di godermelo” .

Krajinovic: “Non ha nessuna debolezza in questo momento”

Sebbene i favori del pronostico pendano piuttosto nettamente dalla parte di Medvedev, non parte già sconfitto Krajinovic: “Sono eccitato.

So che giocherà la sua migliore partita ed è pronto a giocare e anch'io sono pronto, quindi vediamo. Penso che sia migliorato molto. Fisicamente sta molto meglio. Sta servendo molto bene. Penso che sia difficile batterlo, perché non ha nessuna debolezza in questo momento.

Ma come ho detto, non ho niente da perdere, quindi mi farò avanti e giocherò in modo aggressivo" . Uscito trionfante da una durissima battaglia al primo turno contro Giron (7-6; 7-5) proverà dunque a fare un clamoroso sgambetto al numero 2 del mondo il tennista serbo che sembra particolarmente a suo agio sui campi di Indian Wells dove ha anche raggiunto una finale nel 2017: “Amo questo posto.

Ho giocato molto bene qui negli ultimi anni. Sono eccitato perché amo le strutture qui, amo i campi. Mi piace stare qui. Tutti i giocatori si godono i grandi palcoscenici, è per questo che mi sto allenando, è quello per cui vivo: [competere] davanti a questa folla e al grande palcoscenico" .