Musetti, dalla sconfitta contro Djokovic a Parigi al suo futuro



by   |  LETTURE 1713

Musetti, dalla sconfitta contro Djokovic a Parigi al suo futuro

Lorenzo Musetti non sta vivendo uno dei momenti migliori della sua giovane carriera. Il tennista italiano, dopo aver vinto i primi due set contro Novak Djokovic al Roland Garros, è incappato in una serie di risultati negativi che hanno aperto grandi punti interrogativi circa il suo futuro.

Musetti ha perso parte di quell’entusiasmo mostrata a inizio stagione e il suo tennis spumeggiante risente di questo enorme peso. “Ho passato davvero un brutto periodo. Non avevo più la scintilla, la passione.

Avevo rotto con la mia ragazza, cose che succedono a tutti i giovani ma diciamo che il malessere poi me lo sono portato in campo e a volte non avevo proprio voglia di giocare. Sono ancora in fase di guarigione, se così si può dire” , ha spiegato l’azzurro in una recente intervista alla Gazzetta dello Sport.

Musetti ricorda la partita contro Djokovic al Roland Garros

“Dopo Tokyo ho iniziato a lavorare con uno psicologo che conosco da diverso tempo. Me l'ha messo a disposizione la federazione e mi sta facendo molto bene.

Aprirmi è stato importante" . A poche settimane dalla sua confessione, Musetti sembra pronto a cambiare pagina. “Ho avuto una fantastica prima metà di stagione. Anche se a dire il vero poi sono un po’ calato… però spero di ritornare presto ai miei livelli migliori" , ha dichiarato Musetti al quotidiano "Il Secolo XIX" .

Partite più belle del 2021? Sicuramente gli ottavi del Roland Garros con Djokovic, quando ho vinto i primi due set. Poi quella con Schwartzman ad Acapulco e quella con Tsitsipas nella semifinale di Lione. Il mio obiettivo è migliorare nei colpi di inizio gioco, che sono ovviamente molto importanti: lavorerò il più possibile su servizio e risposta.

Poi fisicamente sto lavorando moltissimo, riguardo alla dieta sto molto attento soprattutto all’integrazione, specialmente se si gioca in condizioni difficili, con temperature elevate" . Musetti ha infine ribadito di voler ottenere la qualificazione alle Next Gen di Milano, torneo a cui partecipano i migliori otto giovani del circuito ATP.