Il ritorno in campo di Kim Clijsters: “Sto facendo progressi”



by   |  LETTURE 2397

Il ritorno in campo di Kim Clijsters: “Sto facendo progressi”

La trentottenne Kim Clijsters ha conquistato tre edizioni degli Us Open ed una degli Australian Open, oltre ad aver raggiunto una finale al Roland Garros e due semifinali a Wimbledon. Numero uno del mondo nel 2003, Kim si è anche aggiudicata tre trofei delle WTA Finals e può vantare un totale di 41 titoli vinti in carriera.

Clijsters: “Sono felicissima”

La fuoriclasse belga ha disputato tre eventi lo scorso anno: Dubai, Monterrey e gli Us Open di Flushing Meadows, senza riuscire a vincere una sola partita. Tornata quest’anno in campo a Chicago, Kim ha affrontato Su-wei Hsieh al primo turno uscendo sconfitta con il punteggio di 6-3 5-7 6-3.

Parlando in conferenza stampa dopo il match, come pubblicato sul sito spagnolo Punto de Break, Clijsters ha detto: “Ovviamente è stato molto emozionante tornare in campo dopo un lungo periodo di riabilitazione.

Sono super felice di essere qui e di aver giocato questa partita, mi allenavo da tempo per poterlo fare”. Kim ha proseguito: “Sai, come in ogni match ci sono cose positive e cose negative. Finire bene queste sfide dal punto di vista fisico, senza troppe preoccupazioni, è il grande obiettivo in questo momento.

Oggi ci sono andata vicina, ma me ne vado sentendomi bene. Ho fatto progressi, questa è la cosa importante. Ciò che vedo è che sto migliorando, è il lato positivo”. Clijsters ha anche parlato delle difficoltà di essere allo stesso tempo una tennista professionista e una mamma: “Per me, in questa fase, molte delle cose che devo affrontare sono nuove.

Devo vedere come reagisce il mio corpo allo sport di altissimo livello dopo aver avuto tre bambini. Sento di poter giocare diverse sessioni di allenamento di fila, qualcosa che non provavo da molto tempo. È davvero bello poterlo fare.

Mi alzo ogni giorno alle 5 per fare un po’ di allenamento prima che i bambini si sveglino, cosa che ripeto dopo averli portati a scuola. È allora che posso svolgere tutta la mia routine normalmente, ma senza dimenticare il mio ruolo di madre. So che è una bella sfida, ma la voglio affrontare”. Photo Credit: tennisnet.com