Jorge Fernandez: "L'obiettivo del 2021 per Leylah è centrare la top 10"



by   |  LETTURE 1570

Jorge Fernandez: "L'obiettivo del 2021 per Leylah è centrare la top 10"

La finale degli US Open 2021 femminile ha visto protagoniste due avversarie del tutto inedite. Da un lato Emma Raducanu, appena diciottenne, riuscita nell’impresa di raggiungere l’ultimo atto del torneo e addirittura alzare il trofeo provenendo dalle qualificazioni.

Dall’altro la diciannovenne Leylah Fernandez, altra vera e propria rivelazione sui campi di Flushing Meadows. La giocatrice originaria di Montréal è l’ennesimo frutto di un lavoro importante e dispendioso (anche economicamente) dei circoli tennistici canadesi, che da anni investono ingenti risorse per formare giovani talenti e lanciarli verso i grandi palcoscenici.

Lavoro che con la Fernandez ha evidentemente ripagato, visti i risultati raggiunti. Sul suo percorso di crescita e le sfide future ha parlato Jorge Fernandez, papà e allenatore di Leylah, intervistato da Tennis Majors.

L’obiettivo di Leylah Fernandez è centrare la top 10

Intervenuto ai microfoni di Tennis Majors, il papà nonché allenatore di Leylah Fernandez, Jorge Fernandez, si è detto orgoglioso e soddisfatto del percorso condotto da sua figlia agli US Open: "La performance di Leylah è stata davvero incredibile.

In effetti, lo aspettava da un po' perché si è allenata molto bene e con molta intensità. Sono felice che abbia raggiunto una finale del Grande Slam. Anche se l'anno non è stato spettacolare – ha aggiunto −, abbiamo provato diversi modi di lavorare.

La cosa importante è che il suo gioco si è sviluppato bene contro le migliori giocatrici e questo ci rende molto felici" . A proposito di grandi avversarie, la Fernandez ha incontrato sulla sua strada e battuto tenniste del calibro di Naomi Osaka (non al meglio della condizione, tuttavia) e Angelique Kerber.

Proprio il match contro la tedesca secondo Jorge Fernandez ha rappresentato la svolta: "La Osaka non era al top del suo gioco, mentre il match contro la Kerber è stato molto più equilibrato [4-6, 7-6, 6-2].

Lì, ha trovato soluzioni sul campo e si è dimostrata capace di combattere contro le migliori del mondo e riprendersi di fronte alle avversità" . La sua favola, purtroppo, si è poi interrotta in finale contro la Raducanu e anche bruscamente: "Penso che abbia fatto un errore nel modo in cui ha affrontato la partita e poi non è riuscita a tornare al suo piano di gioco – ha spiegato Jorge Fernandez −.

Sicuramente non ha giocato il suo miglior tennis ed Emma ha molto talento. Credo che Leylah non fosse mentalmente preparata a continuare a fare quello che stava facendo. E questo è al di là del suo avversario" .

Il suo cammino resta comunque fortemente positivo e ora è tempo di pensare al futuro per centrare quello che era il target prefissato per quest’anno: "Il nostro obiettivo per il 2021 era di finire nella top 10.

Siamo ancora un po' lontani perché non è stato un anno facile. Anche se ha vinto un WTA 250, l'idea era di ottenere un 250 e un 500. La finale del Grande Slam non cambia nulla. Comunque, sappiamo che se lavoriamo duramente, avrà la possibilità di vincere uno Slam.

La cosa buona – ha concluso Jorge Fernandez − è che la prima cosa che mi ha detto dopo la finale è stata che non vedeva l'ora di tornare ad allenarsi" .