Jordi Arrese spiega perché Carlos Alcaraz ha un grande futuro nel tennis



by   |  LETTURE 1127

Jordi Arrese spiega perché Carlos Alcaraz ha un grande futuro nel tennis

Ha stupito tutti con il suo tennis nell’ultimo appuntamento prestigioso della stagione 2021, piegando avversari ostici e che erano determinati anche ad arrivare in fondo alla competizione newyorkese. Agli Us Open Carlos Alcaraz ha mostrato al pubblico statunitense e ovviamente al mondo intero di cosa è capace di fare e ha dimostrato come nel prossimo futuro ci sarà anche lui a dare battaglia insieme agli altri giocatori del circuito Atp.

Il talentuoso e giovanissimo spagnolo si è spinto fino ai quarti di finale della manifestazione, fermato soltanto da un problema fisico che lo ha costretto a lasciare anzitempo il campo nel match con Auger-Aliassime, facendo saltare più volte il banco nei primi turni: dopo il temibile britannico Norrie superato come se nulla fosse, il nativo di Murcia ha regalato spettacolo sull’Arthur Ashe con la testa numero 3 Stefanos Tsitsipas, che alla fine si è arreso al quinto decisivo set.

Quella vittoria ha fatto esaltare tutti i fan e gli stimatori del 18enne, che punta a farsi ancora di più strada e cercherà nei prossimi mesi di arrivare a ridosso della top 20 in classifica.

Le parole di Arrese

A esaltare e parlare del tennista classe 2003 è stato Jordi Arrese, ex della categoria che vanta 6 titoli complessivi nella sua carriera (ha occupato la 23esima posizione del ranking), in un'intervista rilasciata ad As.com.

Sulla prova a Flushing Meadows: “Ha fatto un torneo spettacolare, ha avuto un duello con Tsitsipas fisicamente e mentalmente bestiale, poi si è esaurito”. Proseguendo, ha anche dichiarato: “Lo conosco da quando aveva 11 anni.

È un giocatore straordinario, e sarà molto bravo, ma deve ancora migliorare soprattutto nelle sfide al meglio dei cinque set”. "Carlos mostra molta intensità, gioca quasi tutti i punti in questo modo e finisce per pagarlo.

Ma non bisogna essere impazienti con lui. Tra due anni avrà avuto più esperienza e sarà già in grado di fare grandi cose” ha aggiunto. Somiglianze con Rafael Nadal, il parere di Arrese: “Lui è Carlos Alcaraz, senza paragoni, anche se riesce a sopportarli senza pressioni" ha concluso.