Le parole di Jasmine Paolini dopo aver raggiunto la prima finale in carriera



by   |  LETTURE 1973

Le parole di Jasmine Paolini dopo aver raggiunto la prima finale in carriera

Una grande crescita torneo dopo torneo, che le è valsa una prima importante soddisfazione. Jasmine Paolini sta continuando a fare la voce grossa al Wta di Portorose, raggiungendo la finale grazie alla splendida vittoria ottenuta sulla kazaka Putinceva, testa di serie numero 2 della competizione, domata in tre set.

La ragazza italiana ha migliorato tantissimo il suo gioco e la precisione nei colpi, cominciando nell’ultimo periodo a mettere in serie difficoltà anche le avversarie più forti del circuito. Agli Us Open l’azzurra non ha assolutamente sfigurato con l’esperta bielorussa Azarenka e nella competizione seguente, proprio sul cemento sloveno, ha raggiunto la giusta ricompensazione per questo momento positivo.

La 25enne sta scalando la classifica e con questo risultato occuperà la posizione numero 75 nel ranking mondiale. Se dovesse riuscire a trionfare, e quindi conquistare il suo primo titolo in carriera, arriverebbe alla 64esima piazza.

Paolini show

La chiave del successo in semifinale è stata senza dubbio la capacità della toscana di reagire al pesante passivo subito nel primo set (6-1) e di invertire la rotta grazie ai molti vincenti di dritto e all’ottima tenuta negli scambi lunghi, sfruttando anche alcuni momenti bui della sua avversaria (specie dei tanti doppi falli nei turni di servizio).

Al termine del match, la nativa di Castelnuovo di Garfagnana ha espresso con poche parole la sua felicità per la prima finale: “Significa molto. Sto giocando bene, quindi sono molto contenta di queste ultime prestazioni.

Non è stata una partita facile, quindi sono doppiamente soddisfatta per la vittoria" Poi ha proseguito: "L’aspetto fondamentale è stato essere più paziente, perché all'inizio colpivo ogni palla per fare il punto, ma lei difendeva molto bene, quindi stavo facendo troppi errori.

Ho cercato di attendere, di giocare più palloni in campo, di essere nello scambio e penso che quella è stata la chiave" ha aggiunto. L’italiana sfiderà ora la statunitense Alison Riske, testa di serie numero 3 del tabellone, domenica 19 settembre alle ore 17 per il titolo di Portorose.