Lisnard: "Medvedev assomiglia a Rafael Nadal, ero certo della vittoria vs Djokovic"



by   |  LETTURE 3425

Lisnard: "Medvedev assomiglia a Rafael Nadal, ero certo della vittoria vs Djokovic"

L'ex tennista Jean Rene Lisnard, ex numero 84 al mondo (Best Ranking) ha parlato della finale disputata domenica degli Us Open 2021, torneo che ha visto trionfare, anche a sorpresa, il numero due al mondo Daniil Medvedev.

Il russo ha battuto con un triplo 6-4 il campione serbo che ha mancato cosi la chance di vincere il Calendar Grande Slam, conquistando tutti e quattro Slam nello stesso anno. In una recente intervista a We Love Tennis Lisnard ha affermato che era sicuro che il russo avrebbe vinto la finale di Flushing Meadows, era sicuro che avrebbe vinto gli Us Open fin dall'inizio del torneo.

Le parole di Lisnard su Medvedev e il clamoroso paragone

L'ex tennista ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Ero sicuro che Medvedev avrebbe vinto gli Us Open 2021. È facile dirlo dopo che tutto è finito, ma sapevo che lui avrebbe vinto il torneo.

Ho dei testimoni che possono confermare ciò (ride), questa sua vittoria non mi ha sorpreso. Daniil aveva già perso due finali dello Slam ed era impossibile che perdeva anche la terza, lui è un gran competitor ed odia perdere, per certi versi lui mi ricorda Rafael Nadal.

Non posso dire quanti titoli dello Slam riuscirà a vincere, ma sono sicuro che prossimamente lui diventerà il nuovo numero uno al mondo" Djokovic e Medvedev si erano già affrontati quest'anno in una finale Slam ed a Melbourne era stato Nole a conquistare la vittoria dominando in tre set.

Per questo motivo sia tra gli addetti ai lavori che tra i tifosi c'era la netta convinzione che il campione serbo riuscisse a completare il Calendar Grande Slam e allo stesso tempo superare nel numero di Slam i suoi due eterni rivali Roger Federer e Rafael Nadal, portandosi cosi a quota 21 titoli dello Slam.

Il campione serbo si è fermato però sul più bello e dopo aver conquistato Australian Open, Roland Garros e Wimbledon nello stesso anno è caduto nell'atto decisivo di Flushing Meadows.