Felix Auger-Aliassime analizza la sua sconfitta agli Us Open



by   |  LETTURE 4137

Felix Auger-Aliassime analizza la sua sconfitta agli Us Open

Ce l’ha messa tutta, per battere Daniil Medvedev però serviva più continuità e freddezza nei momenti chiave della partita. Resta comunque un cammino memorabile all’edizione 2021 degli Us Open per Felix Auger-Aliassime, bravissimo a dimostrare le sue ottime potenzialità e a spingersi fino in semifinale nell’ultimo torneo Slam della stagione.

Il canadese si è arreso in tre set a un inarrestabile numero due del mondo, col rammarico di aver perso l’occasione di aggiudicarsi il secondo parziale (ha avuto l’opportunità di servire sul 5-3 in suo favore) per allungare la gara.

Coi 720 punti Atp conquistati, il giovane 21enne è tornato in corsa per un posto nelle Atp Finals di Torino: ora ha scavalcato l’italiano Jannik Sinner e non è lontano da chi occupa le ultime due posizioni disponibili, Casper Ruud e Hubert Hurkacz.

Le parole di Felix

Sul russo: "Era il miglior giocatore in campo, questo è certo. Ha servito alla grande, per tutta la partita, ma soprattutto nel primo set. Non mi ha dato troppe possibilità e contro di lui non puoi permetterti di sbagliare.

Non c'è spazio per la perdita di concentrazione, cosa che a me è successa alla fine del secondo parziale. Lui ne ha approfittato e non potevo più avere un'opzione simile in seguito" ha dichiarato il tennista di Montreal.

Poi ha proseguito: “Il mio piano era accettare gli scambi lunghi e non esitare quando si trattava di attaccare. Avrei potuto servire meglio ma non mi posso nemmeno lamentare. Peccato non aver potuto chiudere nel secondo set, anche se sarebbe stata comunque dura vincere altri due”.

In questa annata sono stati tanti i progressi di Auger-Aliassime: "Soprattutto la parte di stagione dopo la terra è stata molto buona. In generale mi sono sentito bene durante tutto l'anno. Non sempre ottenendo i risultati che volevo ma sempre cercandoli. Ora mi sento come se fossi nella situazione che volevo essere all'inizio” ha concluso.