Le sensazioni di Alexander Zverev dopo la vittoria su Jannik Sinner



by   |  LETTURE 3511

Le sensazioni di Alexander Zverev dopo la vittoria su Jannik Sinner

Un rendimento incredibile col servizio e più lucidità nella gestione dei momenti chiave della partita, oltre a sfruttare l’inesperienza e alcuni grossolani errori dell’avversario. Soprattutto con queste caratteristiche Alexander Zverev è riuscito a superare l’ostacolo azzurro Jannik Sinner in tre set e approdare ai quarti di finale agli Us Open, ultimo torneo Slam della stagione 2021.

Una gara controllata molto bene dal campione olimpico, che ha rischiato grosso nel terzo quando il talentuoso 20enne ha recuperato il break di svantaggio e ha avuto anche cinque set point per allungare il confronto. Il tedesco è in una fase importante e molto positiva della sua carriera: dopo la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo, il tennista 24enne è diventato un avversario molto temibile, continuo e soprattutto molto difficile da battere.

Il numero 4 del mondo adesso se la dovrà vedere col sudafricano Lloyd Harris, che ha affrontato e sconfitto nella competizione newyorkese Shapovalov e il gigante statunitense Opelka.

Le parole di Alexander Zverev

In un’intervista rilasciata sul campo, al termine della sfida con l’italiano, il nativo di Amburgo ha dichiarato: "I giocatori sicuri che hanno giocato molti match di solito sanno cosa fare in queste situazioni.

Penso di aver giocato abbastanza bene nel secondo e anche nel primo set, però sento di aver fatto un brutto gioco in tutta la partita e ha reso molto difficile le cose nel terzo parziale. Quindi sono felice di aver finito e chiuso la gara, senza concedere nessun set"

Il neo vincitore del Master 1000 di Cincinnati cercherà di compiere l’impresa di trionfare ai giochi olimpici e aggiudicarsi il titolo degli Us Open nella stessa annata, un traguardo raggiunto soltanto dal britannico Andy Murray nel 2012.

Sul suo prossimo avversario, che ha battuto sul cemento americano qualche settimana fa: "Sta giocando in modo incredibile e sta anche servendo molto bene. A Cincinnati ho faticato molto a rispondere nei suoi turni di battuta, specialmente nel primo set. Sarà sicuramente dura" ha aggiunto e concluso.